Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Analisti tedeschi giudicano violazione diritto internazionale riconoscimento di Guaidò

Seguici su
Esperti tedeschi interpellati dai deputati del Bundestag hanno analizzato la decisione di Berlino di riconoscere il leader dell'opposizione venezuelana e presidente del Parlamento Juan Guaidò come il legittimo capo di Stato: sono giunti alla conclusione che è una soluzione controversa. Lo segnala il canale televisivo Das Erste.

L'analisi è stata condotta su richiesta del gruppo parlamentare della sinistra radicale (Die Linke) al Bundestag.

Nel rapporto si afferma che Berlino si è allontanata dalla tradizionale pratica di riconoscere ufficialmente solo gli Stati, non i singoli governi.

Inoltre il riconoscimento di Guaidò è contrario al diritto internazionale, se considerato dal punto di vista del principio di "non ingerenza negli affari interni di un altro Stato sovrano".

Gli analisti hanno definito dubbia la decisione di riconoscere il leader dell'opposizione come presidente in carica, dal momento che lo stesso Guaidò non ha dimostrato la sua efficacia e autorevolezza negli altri incarichi ricoperti nello Stato venezuelano.

Heike Hänsel, deputata di Die Linke, ha criticato il governo tedesco per il riconoscimento di Guaidò. Ha detto che Berlino "si muove su una lastra di ghiaccio sottile" relativamente al diritto internazionale.

Secondo la Hänsel, queste azioni mettono la Germania sullo stesso piano dei trasgressori del diritto internazionale guidati dagli Stati Uniti e privano Berlino dell'opportunità di prendere parte alla soluzione politica della crisi politica venezuelana.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала