Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Erdogan: NATO non si oppone alle consegne in Turchia dei lanciamissili russi S-400

© Sputnik . Dmitriy Vinogradov / Vai alla galleria fotograficaAn S-400 air defence missile system at the Hmeymim airbase
An S-400 air defence missile system at the Hmeymim airbase - Sputnik Italia
Seguici su
A differenza degli Stati Uniti, la NATO non ha obiezioni a riguardo delle forniture dei sistemi missilistici antiaerei russi S-400 alla Turchia, ha dichiarato il capo di Stato Tayyip Erdogan.

"Gli USA cercano di convincerci costantemente di rinunciare agli S-400. Ma perché dovremmo rinunciarvi? Non avete fatto alcun passo per venderci unità di contraerea. Abbiamo il diritto di utilizzare diversi sistemi. La NATO ha chiaramente fatto capire che non avrebbe creato problemi. La Grecia ha gli S-300 da molti anni, ma non si dice nulla", ha dichiarato Erdogan.

Il contratto per la fornitura in Turchia delle unità missilistiche di contraerea russe S-400, firmato nel 2017 ha generato attriti diplomatici tra Ankara e Washington, che chiede ai partner turchi di rinunciare agli armamenti russi per comprare i Patriot di produzione statunitense.

Le autorità turche perseguono una linea rigida e non pianificano di rinunciare agli S-400 anche se acquisteranno i Patriot: le questioni, secondo l'amministrazione di Erdogan, "non sono correlate".

Le lamentele americane vertono su quattro divisioni S-400 dal valore di 2,5 miliardi $. La Turchia pagherà in parte con fondi propri, in parte con un prestito della Russia. Secondo il vice premier russo Yury Borisov, il contratto prevede un'opzione dopo l'implementazione delle prime consegne.

Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha osservato che il dispiegamento degli S-400 in Turchia inizierà ad ottobre.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала