Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Haiti, disordini: Canada rimpatria 113 cittadini

© AP Photo / Dieu Nalio CheryA police officer looks on as a crowd enters the Delimart supermarket complex, which had been burned during two days of protests against a planned hike in fuel prices in Port-au-Prince, Haiti, Sunday, July 8, 2018.
A police officer looks on as a crowd enters the Delimart supermarket complex, which had been burned during two days of protests against a planned hike in fuel prices in Port-au-Prince, Haiti, Sunday, July 8, 2018. - Sputnik Italia
Seguici su
Il primo ministro della provincia del Quebec, François Lego, ha dichiarato che il Canada riporterà 113 connazionali in patria da Haiti in connessione con i disordini popolari che si stanno verificando in tutta l'isola.

In precedenza, le autorità canadesi hanno invitato i cittadini a non andare ad Haiti a causa dei disordini.

"Air Transat ha confermato che 113 passeggeri ad Haiti torneranno a casa in volo domani (sabato) domattina" ha scritto il primo ministro su Twitter.

​In precedenza è stato riferito che i disordini di Haiti hanno colpito interessato centinaia di turisti provenienti dal Canada in vacanza in un hotel locale. Una folla di manifestanti ha bloccato l'autostrada che porta all'aeroporto, dopo di che i canadesi non sono riusciti a raggiungere l'aereo. Allo stesso tempo, giovedì, il governo del Canada ha deciso di chiudere temporaneamente la sua ambasciata nella capitale di Haiti a causa dei disordini.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha raccomandato ai cittadini di non recarsi ad Haiti a causa della criminalità diffusa e dei continui disordini. È stata anche annunciata l'evacuazione della maggior parte del personale diplomatico americano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала