Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A Fukushima-1 iniziati test per maneggiare il combustibile nucleare fuso

© SputnikFukushima-1
Fukushima-1 - Sputnik Italia
Seguici su
La compagnia energetica giapponese Tepco, gestore della centrale nucleare di Fukushima, per la prima volto dopo l'incidente ha iniziato a sperimentare contatti con il combustibile nucleare fuso accumulato sul fondo del guscio di contenimento del secondo reattore. Lo segnala il giornale giapponese Mainichi Shimbun.

Questa mattina un tubo di 15 metri con due appendici nella parte finale è stato calato nel guscio. L'obiettivo è testare la capacità delle attrezzature per sollevare il combustibile fuso. La sostanza altamente radioattiva non verrà portata fuori dal reattore.

I risultati dell'esperimento della Tepco saranno resi noti questa sera, ha fatto sapere la compagnia.

L'incidente nel reattore nucleare Fukushima-1 è avvenuto nel marzo 2011: è stato riconosciuto come il più grande degli ultimi 25 anni dopo il disastro di Chernobyl.

Dopo un terremoto di magnitudo 9.0, un'onda gigante alta 15 metri ha travolto i reattori della centrale, interrompendo l'alimentazione elettrica e conseguentemente l'arresto del sistema di raffreddamento del reattore.

Nel primo, secondo e terzo reattore il combustibile nucleare si è fuso e si è accumulato sul fondo del guscio di contenimento.

Nel reattore 1, 3, e 4 le esplosioni dell'idrogeno hanno danneggiato o distrutto completamente le coperture, provocando la contaminazione radioattiva di una vasta area attorno all'impianto.

Più di 140mila persone sono state evacuate dai centri abitati della zona. Per eliminare le conseguenze dell'incidente, incluso lo smantellamento dei reattori, ci vorranno quarant'anni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала