Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

National Interest: S-300 una minaccia per Israele

Seguici su
I lanciarazzi (SAM) S-300, in allerta in Siria, rischiano di diventare una seria minaccia per le forze aeree israeliane, la distribuzione del nuovo sistema sarà utilizzata per fare pressione su Israele nel corso dei negoziati per la soluzione siriana, scrive The National Interest.

Come indica il giornale, immagini, scattate dal satellite israeliano "Eros-B", testimoniano che i sistemi missilistici antiaerei S-300 della Siria sono in allerta. Dalla foto si vede che i lanciatori sono stati osservati per la prima volta dall'arrivo del complesso in Siria.

Lanciamissili russi S-300 - Sputnik Italia
Gli S-300 minimizzano i rischi per la Siria in caso di un attacco israeliano

L'autore dell'articolo ritiene che non ci sia stata fretta di distribuirli non solo perché l'esercito siriano non aveva la necessità. Secondo l'autore, questa è una strategia di Mosca, poiché il trasferimento dei complessi S-300 alla Siria è stata, prima di tutto, una misura per limitare la situazione di conflitto nel paese. La Russia, come dice l'autore, ha cercato di dissuadere Israele riguardo gli attacchi aerei sulla Siria, ma non ha fretta di distribuire i complessi, per evitare l'escalation della situazione. 

Queste speranze, come osserva il giornale, "sono state eliminate" dopo la recente ondata di bombardamenti israeliani sulla Repubblica araba, secondo l'autore, questa potrebbe essere "l'ultima goccia", che ha spinto Mosca a distribuire gli S-300. Inoltre, un altro motivo potrebbe essere l'inefficienza delle armi disponibili dell'esercito siriano, scrive il portale.

Tenendo conto dei recenti problemi, le forze aeree israeliane hanno avuto problemi per i vecchi complessi sovietici S-200, e per i S-300, come dice l'autore, probabilmente, saranno una grave minaccia per aerei israeliani, che agiscono in Siria occidentale, dove si concentrano le forze dell'esercito governativo. In questo modo, la distribuzione di sistemi S-300 in Siria potrebbe essere una delle leve di pressione russa su Israele, nel corso delle trattative per risolvere la situazione nella Repubblica Araba; esse sono in programma a fine mese a Mosca, conclude The National Interest.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала