Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Athletica Vaticana, la fede corre alla Corsa di Miguel

Seguici su
La prima squadra sportiva del Vaticano ha fatto il suo esordio in una manifestazione ufficiale.

Non poteva che avvenire di domenica e tra le strade di Roma l'esordio ufficiale dell'Athletica Vaticana, la prima squadra sportiva della Santa Sede: dieci atleti hanno tagliato il traguardo della 10km competitiva alla 20° edizione della "Corsa di Miguel".

Questa manifestazione sportiva diffonde i valori di tolleranza, integrazione, solidarietà, nella memoria di Miguel Benacio Sanchez, poeta e podista ucciso in Argentina nel 1978. Ieri a Roma insieme a Miguel hanno idealmente corso più di 6 mila podisti, tra gli agonisti partecipanti alla 10 km competitiva e gli appassionati che si sono cimentati nella 10 km non competitiva e nei 3 km della marcia "Straantirazzismo".

Per l'Ahtletica Vaticana, dal 1° gennaio ufficialmente affiliata alla Federazione Italiana di Atletica Leggera e riconosciuta dal CONI, questa è stata la gara d'esordio.

Dell' Athletica fanno parte una sessantina di appassionati della corsa, rappresentanti di diverse professioni del Vaticano. Il capitano è Michela Ciprietti, dipendente della Farmacia Vaticana, il più veloce è don Vincenzo Puccio, secondo classificato alla Maratona di Messina, ma del gruppo fa parte anche una suora francese, la domenicana Marie Theo e due giovani migranti ospitati dal centro di accoglienza di Castelnuovo di Porto, Jallow Buva, originario del Gambia e Ansou Cisse, senegalese.

Alla Corsa di Miguel il più veloce in canotteria gialla e bianca è stata la guardia svizzera Thierry Roch, che ha portato a termine i 10 km della gara competitiva in un tempo di tutto rispetto per un atleta non professionista: 35 minuti e 31 secondi, classificandosi 88°.

Il nuovo obiettivo dell'associazione, che grazie al riconoscimento della FIDAL e quindi del Comitato Olimpico Italiano possiede tutte le credenziali sportive per rappresentare lo stato di Città di Vaticano, è quello di allargare l'attivita al settore paralimpico ed in futuro provare a partecipare ai Giochi dei Piccoli paesi europei, la cui prossima edizione è in programma a giugno in Montenegro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала