Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Contraerea siriana respinge attacco aereo israeliano

© AP Photo / SANAThis frame grab from a video provided by the Syrian official news agency SANA shows missiles flying into the sky near Damascus, Syria, Tuesday, Dec. 25, 2018
This frame grab from a video provided by the Syrian official news agency SANA shows missiles flying into the sky near Damascus, Syria, Tuesday, Dec. 25, 2018 - Sputnik Italia
Seguici su
Una fonte militare ha riferito ai media statali siriani che i sistemi di difesa aerea nel sud del paese hanno respinto con successo un attacco aereo israeliano, impedendo al nemico di raggiungere uno dei suoi obiettivi.

"I nostri sistemi di difesa aerea hanno sventato un'aggressione israeliana, impedendole di raggiungere alcuni dei suoi obiettivi", ha detto una fonte militare all'agenzia di stampa araba siriana domenica.

L'attacco dell'11 gennaio, consisteva in missili lanciati da aerei da guerra israeliani, nei pressi di Damasco: la maggior parte dei missili in arrivo sarebbero stati abbattuti con successo.

L'esercito iraniano ha compiuto un attacco missilistico contro gli organizzatori dell'attentato terroristico a Ahvaz e alle loro strutture sulla riva orientale dell'Eufrate in Siria - Sputnik Italia
Siria risponde ad attacco Israele con sistemi antimissile (VIDEO)

In precedenza, il ministero dei Trasporti siriano ha riferito che l'attacco israeliano, avvenuto nella notte tra l'11 e il 12 gennaio, ha preso di mira l'aeroporto internazionale di Damasco, danneggiando diversi edifici, tra cui un gancio di riparazione degli aerei, e diversi aerei.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha confermato che i jet israeliani hanno attaccato obiettivi in Siria, sostenendo che gli attacchi miravano a "depositi iraniani pieni di armi iraniane" all'interno e nei dintorni dell'aeroporto di Damasco.

La Siria ha inviato lettere alle Nazioni Unite chiedendo azioni immediate per prevenire nuovi attacchi israeliani, dicendo che i raid sono un tentativo di "prolungare la crisi e la guerra contro i terroristi in Siria" e che sono possibili solo grazie alla copertura "militare, politica e mediatica" che Tel Aviv riceve dagli Stati Uniti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала