Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Fuga di capitali dal Regno Unito verso la UE per paura della “Hard Brexit”

© REUTERS / Neil HallBrexit
Brexit - Sputnik Italia
Seguici su
Le banche britanniche e le società finanziarie hanno trasferito asset in Europa per un importo complessivo che supera gli 800 miliardi di sterline a seguito delle crescenti incertezze sulla Brexit, si afferma in un rapporto della società di consulenza EY.

Sulla base di un'indagine condotta su 222 società britanniche del settore finanziario, è emerso che il 36% degli intervistati aveva già trasferito o sta valutando il trasferimento di società e dipendenti nell'Europa continentale. Allo stesso tempo le banche, le società di investimento ed i broker dominano questa lista con il 56%.

Le società finanziarie hanno già creato circa 2mila nuovi posti di lavoro nella UE. Hanno riscosso successo città come Dublino, Lussemburgo, Francoforte e Parigi.

Secondo il direttore finanziario della società EY Omar Ali, gli attori del mercato finanziario si preparano allo scenario di una Brexit "senza accordo", la peggiore opzione per l'intero settore.

"Più ci avviciniamo al 29 marzo senza un accordo, più asset saranno trasferiti, mentre il personale sarà assunto in loco o trasferito", ha dichiarato l'esperto.

In caso di mancato raggiungimento di un accordo sulle condizioni della Brexit tra Londra e Bruxelles, le società adotteranno piani strategici più a lungo termine per sviluppare il proprio business, ha osservato Ali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала