Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media: perché gli Stati Uniti non possono più essere il "poliziotto mondiale"

Seguici su
National Interest ha elencato le ragioni che impediscono agli Stati Uniti di continuare a svolgere il ruolo di "poliziotto mondiale".

In precedenza, Donald Trump durante una visita in Iraq ha detto che gli Stati Uniti non possono più svolgere il ruolo di "gendarme del mondo". "Non è giusto che l'onere ricada interamente su di noi" ha detto il presidente.

Il giornale ha definito quella di Washington "una bancarotta con enormi impegni non garantiti". E se prima gli Stati Uniti si sentivano abbastanza ricchi per questo ruolo, ora la loro situazione finanziaria è peggiorata. Inoltre, questa tendenza continuerà con il pensionamento della generazione del baby boom.

Astronauta - Sputnik Italia
Der Standard: superiorità della Russia rispetto agli USA nello spazio

Il NI osserva che solo la Russia ha abbastanza potenziale nucleare per colpire seriamente gli Stati Uniti.

In questo caso le spese per la difesa USA occupano il primo posto nel mondo e per il prossimo anno fiscale a questo riguardo hanno assegnato 717 miliardi di dollari. "Il cosiddetto bilancio della difesa degli Stati Uniti è il prezzo della politica estera aggressiva americana. Essere il poliziotto del mondo è costoso", si legge nell'articolo.

Nel 2018, il deficit del bilancio americano è stato di 779 miliardi di dollari, 114 miliardi in più rispetto al passato. E questa cifra continuerà a crescere, osserva il NI. Nel 2019, il deficit sarà di circa un trilione di dollari, e entro il 2028 raggiungerà i trilioni. L'aumento del deficit sarà accompagnato da un aumento dei tassi di interesse, scrive il quotidiano.

US Dollar - Sputnik Italia
Deficit del budget USA ha raggiunto il massimo dal 2012

E se il Congresso non apporta modifiche sostanziali, tra dieci anni il deficit di bilancio in relazione al Pil sarà del 105 per cento.

Riassumendo i possibili scenari, la pubblicazione sottolinea che la riduzione dei costi è inevitabile. Il NI chiede a Washington di dimenticare le alleanze obsolete e sottolinea la necessità di una discussione seria sul ruolo futuro degli Stati Uniti nella scena mondiale.

"Le parole del Presidente "America prima di tutto" non implicano di ignorare le esigenze e i diritti degli altri. Ma è necessario riconoscere che il debito del governo americano è un dovere verso il proprio popolo. "L'America prima di tutto" significa anche che la guerra (tenendo conto degli incredibili costi: perdita di vite umane, rischio, soldi spesi) è l'ultima risorsa per i più gravi, vitali obiettivi", conclude il quotidiano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала