Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il capo del Pentagono si dimette

© REUTERS / Mike BlakeSegretario della Difesa USA (Pentagono) James Mattis
Segretario della Difesa USA (Pentagono) James Mattis - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente degli USA Donald Trump ieri sera ha annunciato su Twitter le dimissioni del capo del Pentagono James Mattis.

Le voci sulle possibili dimissioni di Mad Dog (soprannome dato dai media a Mattis nel corso degli anni di servizio) circolavamo da molto tempo. Si sapeva dei disaccordi tra il presidente e il capo del Pentagono su questioni chiave.

"Il generale Mattis andrà in pensione con distinzione alla fine di febbraio, dopo due anni di servizio nella mia amministrazione come ministro della Difesa", ha scritto Trump.

Ha notato il successo di Mattis come capo del Pentagono, "in particolare per quanto riguarda l'acquisto di nuovi equipaggiamenti militari". Inoltre, secondo lui, la candidatura del nuovo ministro della Difesa sarà presto annunciata.

Dopo il tweet di Trump, è stata pubblicata la lettera di dimissioni di Mattis, che parla inequivocabilmente dei disaccordi con il presidente su questioni come l'atteggiamento nei confronti degli alleati americani e l'approccio statunitense alla Russia e alla Cina.

Secondo lui, ora Trump sarà in grado di trovare un ministro della Difesa con punti di vista più simili. Questo annuncio è stato reso noto il giorno successivo alla decisione di ritirare le truppe dalla Siria. Secondo il New York Times, Mattis ha ripetutamente cercato di dissuadere il presidente da questo passo.

Si ritirerà dopo il 28 febbraio 2019. Mattis ha promesso di fare tutto il possibile per assicurare una transizione graduale del potere al nuovo ministro della Difesa.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала