Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Abbas accusa amministrazione Trump di ostacolare pacificazione tra Israele e Palestina

© Sputnik . Mikhail Mordasov / Vai alla galleria fotograficaLeader della Palestina Abu Mazen (Mahmud Abbas)
Leader della Palestina Abu Mazen (Mahmud Abbas) - Sputnik Italia
Seguici su
L'attuale amministrazione statunitense è diventata un ostacolo nella normalizzazione delle relazioni tra la Palestina ed Israele: Washington non può essere l'unico mediatore in questo processo, ha dichiarato il leader dell'Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas.

"Gli Stati Uniti non possono essere l'unico mediatore nella pacificazione israelo-palestinese. Non vogliamo avere nulla a che fare con questa amministrazione e non accetteremo alcun piano che viola il diritto internazionale e non si addice al ruolo di mediatore", ha affermato in un'intervista con il giornale italiano La Stampa.

Secondo Abbas, il presidente Donald Trump nel 2017 si era proposto come mediatore tra palestinesi ed israeliani, tuttavia ha drasticamente cambiato la sua posizione quando ha riconosciuto Gerusalemme come capitale d'Israele ed ha trasferito l'ambasciata americana in questa città, sostenendo che "Gerusalemme si trovava fuori dal tavolo delle trattative".

"Successivamente l'amministrazione americana ha introdotto diverse altre misure punitive contro i palestinesi, inclusa la riduzione dei finanziamenti governativi all'agenzia delle Nazioni Unite per aiutare i rifugiati palestinesi (UNRWA) e la chiusura dell'ufficio dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina a Washington. Per questo motivo è impossibile che gli Stati Uniti siano gli unici mediatori", ha detto Abbas, giunto oggi a Roma lunedì per incontrare Papa Francesco e la leadership italiana.

Il leader palestinese ha sottolineato di essere disposto al dialogo diretto con Israele con il coinvolgimento di diversi attori e vari formati internazionali.

"Lo scorso febbraio ho detto al Consiglio di Sicurezza dell'ONU che l'unico modo per ottenere progressi è quello di creare un meccanismo che includa tutti i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, il Quartetto del Medio Oriente ed altri. Anche l'Europa può avere il suo ruolo e restiamo aperti a negoziati diretti. Ho accettato più di una volta di incontrare il primo ministro Benjamin Netanyahu, anche a Mosca su invito del presidente Putin, ma non è mai venuto", ha rilevato Abbas.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала