Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Parlamento slovacco respinge l'accordo delle Nazioni Unite sulla migrazione

Seguici su
I deputati del Parlamento slovacco hanno votato oggi contro l'adesione della Repubblica all'accordo globale delle Nazioni Unite sulla migrazione.

Hanno espresso voto contrario 90 deputati su 150. Le tv hanno trasmesso in diretta la riunione del Parlamento. Durante la riunione i deputati hanno constatato che le disposizioni dell'accordo non sono favorevoli per la situazione attuale in Slovacchia in materia di sicurezza e  migrazione, e hanno sottolineato la sovranità della Repubblica in materia di politica migratoria.

Costruzione Nord Stream 2 - Sputnik Italia
Slovacchia si oppone a Nord Stream 2

"Nessun documento sulla migrazione può limitare la Slovacchia nel suo sovrano diritto di prendere decisioni su ciò chi può essere considerato migrante legale o illegale, e a chi è consentito trovarsi sul suo territorio", si legge nella sentenza del Parlamento.

Il Parlamento ha anche incaricato il governo della Repubblica di respingere l'accordo delle Nazioni Unite. All'inizio di questa settimana, il primo ministro Peter Pellegrini ha già confermato la sua posizione negativa. "Come presidente del governo respingo il testo dell'accordo sulla migrazione e rifiuto che agisca in Slovacchia", ha detto il premier.

A sua volta, il ministro degli Esteri slovacco Miroslav Lajcak, non ha escluso il suo pensionamento nel caso in cui le autorità della Repubblica prenderanno la decisione di non inviare i propri rappresentanti al vertice nella città marocchina di Marrakech, quando dovrebbe essere approvato l'accordo globale delle Nazioni Unite sulla migrazione.

Ambasciata USA a Bratislava - Sputnik Italia
Slovacchia, ambasciata USA dovrà rimuovere barriera antiterrorismo abusiva

Questa dichiarazione del premier, tra le altre cose, è legata al fatto che è stato direttamente coinvolto nella preparazione di questo accordo, perché da settembre 2017 a settembre 2018 ha ricoperto la carica di 72esimo presidente della sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Secondo il capo del Ministero degli Esteri, il documento delle Nazioni Unite non è vincolante, ma contiene le raccomandazioni per affrontare diverse situazioni che si incontrano nel lavoro con i rifugiati.

Tuttavia Pellegrini e i leader dei principali partiti hanno espresso fiducia nel fatto che il capo del ministero degli Esteri, come responsabile politico, rimarrà al suo posto, in particolare perché la Slovacchia ora presiede il gruppo di Visegrad (Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria), e quindi dovrà presiedere l'OSCE e l'OCSE.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала