Putin pronto a riferire ai leader del G20 su incidente stretto di Kerch

© Sputnik . Alexey Druzhinin / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin a Kemerovo
Vladimir Putin a Kemerovo - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il presidente russo Vladimir Putin fornirà spiegazioni sufficienti sull’incidente dello Stretto di Kerch durante gli incontri bilaterali previsti a margine del vertice del G20.

Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Il vertice del G20 si terrà a Buenos Aires dal 30 novembre all'1 dicembre, riunendo i leader delle 20 maggiori economie del mondo.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov - Sputnik Italia
Mosca ha respinto l'aiuto degli Stati Uniti con le parole "niente da pacificare"

"Per quanto riguarda il tema dell'incidente di domenica, questo non è un argomento da inserire nell'agenda del vertice del G20 stesso, ma allo stesso tempo, se vengono sollevate delle domande durante gli incontri bilaterali con il presidente [russo] previsti a margine del vertice, senza dubbio il presidente fornirà spiegazioni sufficienti", ha detto Peskov ai giornalisti.

Situazione nel Mar Azov

Domenica scorsa, le cannoniere ucraine Berdyansk e Nikopol e il rimorchiatore Yany Kapu hanno attraversato il confine marittimo russo. Secondo il servizio di sicurezza federale della Russia (FSB), le navi salparono verso lo stretto di Kerch, un accesso al mare di Azov, dove le navi furono sequestrate dalla Russia a causa della mancanza di risposta a una richiesta legittima di fermarsi.

Ieri a seguito dell'incidente il Parlamento ucraino ha approvato il decreto del presidente Petro Poroshenko di imporre la legge marziale in alcune regioni per 30 giorni.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha definito la situazione nello Stretto di Kerch una chiara provocazione: Kiev avrebbe violato le principali disposizioni del diritto internazionale secondo Lavrov. Ha notato che le azioni della marina ucraina erano molto pericolose e minacciavano il movimento delle navi.

Vladimir Putin a Singapore - Sputnik Italia
Telefonata Putin-Merkel: grave violazione del diritto internazionale nel Mar Nero

Commentando l'introduzione della legge marziale in Ucraina, Lavrov ha sostenuto che Kiev sta cercando di capovolgere una situazione che viene percepita dalla popolazione sempre più negativamente.

Durante l'incidente nello Stretto di Kerch la Russia ha agito secondo il diritto internazionale e le leggi nazionali, dal momento che ha reagito ad un'invasione di navi da guerra straniere nelle acque territoriali della Russia, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала