Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Generale ucraino accusa la Merkel per fallimento del piano di Kiev per entrare nella NATO

© Sputnik . Sergey Guneev / Vai alla galleria fotograficaAngela Merkel durante la sua visita in Turchia
Angela Merkel durante la sua visita in Turchia - Sputnik Italia
Seguici su
Il generale Igor Romanenko, ex vice capo dello Stato Maggiore delle forze armate dell'Ucraina, ha accusato la cancelliera tedesca Angela Merkel di aver fatto saltare i piani di Kiev per aderire alla NATO.

Secondo Romanenko, ci sono problemi nell'utilizzo del meccanismo di sicurezza collettiva in relazione a Kiev. Allo stesso tempo Romanenko ha notato che le prospettive per l'adesione dell'Ucraina alla NATO potrebbero essere state diverse se non fosse stato per il corso politico di Angela Merkel.

"Ci sforziamo, ma si atteggiano in modo diverso. Avevamo buone possibilità per avvicinarsi nel 2008, ma Putin si era messo d'accordo con la Merkel ed hanno fatto tutto affinchè nè l'Ucraina né la Georgia ottenessero un piano d'azione per l'adesione, sfortunatamente", ha dichiarato Romanenko sul canale Zik.

Nel dicembre 2014 il Parlamento ucraino ha emendato due leggi, rinunciando alla politica di neutralità militare dello Stato. Inoltre nel giugno 2016 sono state adottate ulteriori modifiche che determinano l'ingresso nella NATO come un obiettivo di politica estera.

L'ex segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen ha affermato che per entrare nella NATO l'Ucraina ha bisogno di soddisfare diversi criteri, la cui attuazione richiederà molto tempo. Gli esperti ritengono che Kiev non sarà in grado di aver i requisiti per entrare nel blocco militare occidentale nei prossimi vent'anni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала