Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ucraina svela piano per riprendersi il Mar d’Azov

© AFP 2021 / Alexander Khudoteply Mar d'Azov, la guardia costiera ucraina
Mar d'Azov, la guardia costiera ucraina - Sputnik Italia
Seguici su
Kiev deve intraprendere azioni più radicali per garantire la sicurezza del Mar d'Azov, non basandosi sull'Unione europea, ha detto il capitano di primo rango della marina ucraina, primo vice presidente dell'Unione degli ufficiali Yevgeny Lupakov.

Per questo, ha proposto un piano in quattro fasi, il primo dei quali, ha detto, dovrebbe essere la risoluzione dell'accordo con la Russia sull'uso comune del Mare di Azov.

Inoltre, Lupakov ha espresso la fiducia che Kiev ha bisogno di determinare e stabilire la linea del confine marittimo ucraino, e quindi rilasciare una dichiarazione sulla conduzione di esercitazioni delle truppe dell'artiglieria missilistica nell'area di competenza ucraina.

Mare d'Azov - Sputnik Italia
L'UE accusa la Russia di volersi impadronire del Mare d'Azov per il petrolio ucraino

"Non appena queste leggi saranno adottate, allora tutto sarà pronto, il mare non sarà comune, ma ognuno avrà il suo, e quindi inviteremo le navi della NATO a condurre esercitazioni congiunte nel Mar d'Azov, tutto qui e non ci saranno problemi", ha sottolineato Lupakov in un'intervista con l'Obozrevatel.

La situazione nel Mar d'Azov si è aggravata all'inizio dell'anno. A marzo, l'Ucraina ha sequestrato un peschereccio russo, il Nord, con a bordo dieci marinai russi. Il capitano rischia fino a cinque anni di prigione per "aver visitato illegalmente la Crimea" allo scopo di causare danni all'interesse pubblico ". Ora Kiev vuole vendere la nave all'asta.

Mosca ha considerato le azioni di Kiev "terrorismo marittimo" e ha risposto rafforzando le ispezioni alle frontiere nella sua parte del Mar d'Azov. Nel dipartimento di controllo delle frontiere della Crimea, l'FSB ha osservato che le ispezioni sono state effettuate in conformità al diritto internazionale del mare e il ministero degli esteri ucraino ha riconosciuto che le guardie di frontiera non hanno violato i protocolli durante l'ispezione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала