Il Ministero della Difesa svela il prezzo del T-34 durante la Grande Guerra Patriottica

© SputnikLiberazione di Praga, il carro armato T-34
Liberazione di Praga, il carro armato T-34 - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il Ministero della Difesa della Russia ha reso pubblici i prezzi dei carri armati T-34, bombardieri Il-4, pistole-mitragliatrici Spagin durante la Grande Guerra Patriottica.

"Recentemente è stato reso pubblico questo fatto e ora lo analizziamo. Riguarda il sostegno finanziario delle forniture negli anni della Grande Guerra Patriottica. In quel periodo le linee guida erano congelare i i prezzi di armamenti e equipaggiamenti, e la politica dei prezzi all'ingrosso per l'acquisto di armamenti e mezzi militari consisteva nella loro costante diminuzione" ha detto in diretta radio "Eco di Mosca", il direttore del dipartimento di sicurezza finanziaria del ministero della Difesa russo Evgeny Pronsky.

Secondo lui, il carro armato T-34 nell'anno 1941 costava 269 mila rubli. "Nel 1942 già 193 migliaia, e nel 1945 135 mila. L'Il-4 è costato 800 mila rubli nel 1941, poi il suo prezzo è stato ridotto di due volte, fino a 468 mila rubli, e nel 1945 380 mila. La pistola-mitragliatrice 500 rubli nel 1941 e 400 rubli un anno dopo, 148 di rubli alla fine della guerra", ha detto, aggiungendo che il risparmio complessivo per il tempo di guerra per l'acquisto di attrezzature militari è pari a circa 50 miliardi di rubli.

Tutto pronto per il Biathlon dei carri armati - Sputnik Italia
Spara e dai gas! Ritorna il Biathlon dei carri armati

Inoltre, ha detto Pronsky, c'era un sistema di incentivazione del materiale per i militari, allora si chiamava "per il lavoro di combattimento".

"Questo sistema è stato stabilito dagli ordini con timbro "segreto". Ad esempio, l'8 agosto del 1941, Stalin ha firmato l'ordine di promozione dei piloti della flotta del Baltico, che hanno bombardato  Berlino, per far dare ad ogni membro dell'equipaggio che partecipa al volo, duemila rubli, e poi c'era l'ordine del 19 agosto 1941, di premiazione dei piloti di tutti i tipi di aviazione", ha detto.

Così, ad esempio, per gli aerei da combattimento c'era una ricompensa in denaro per ogni aereo abbattuto del nemico in un combattimento, pari a mille rubli, per dieci aerei abbattuti si diveniva Eroe dell'Unione Sovietica. Per ogni carro armato al comandante si davano 500 rubli, agli altri membri 200 rubli.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала