Venezuela: via il dollaro dal mercato dei cambi

© REUTERS / Ueslei MarcelinoA cashier counts Venezuelan bolivar notes at a street market in downtown Caracas, Venezuela
A cashier counts Venezuelan bolivar notes at a street market in downtown Caracas, Venezuela - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
In contemporanea, ha riferito El Aissami, il presidente Nicolas Maduro ha dato ordine di collocare due milioni di euro sul mercato dei cambi, tra novembre e dicembre, "a favore dei settori produttivi".

Logo de la nueva criptomoneda venezolana Petro - Sputnik Italia
La criptovaluta Petro riuscirà a salvare l'economia del Venezuela?
Il Venezuela elimina il dollaro come moneta di riferimento per le transazioni sul mercato dei cambi. Al suo posto, ha spiegato il vicepresidente per il settore economico Tareck El Aissami, verranno utilizzate divise come euro o yen "o qualsiasi altra divisa convertibile".

Caracas denuncia la crescente impossibilità riscontrata dagli imprenditori e dal settore pubblico venezuelano nel poter svolgere le loro operazioni in dollari — acquisti internazionali, pagamento di titoli —, a fronte delle sanzioni e del blocco economico ordinate dal governo degli Stati Uniti.

Esiste una "proibizione illegale, arbitraria, contraria al diritto internazionale dell'uso del dollaro nel mercato dei cambi"; ha detto il vicepresidente citato da "Union Radio".

Dollaro - Sputnik Italia
La Russia accelera la propria dedollarizzazione
Un piano che ha tra i suoi assi portanti la creazione e l'impulso del "petro", la moneta virtuale agganciata alle riserve di idrocarburi nazionali. Al contrario di altre valute virtuali, il petro deve il suo valore a un bene fisico come i 5,342 miliardi di barili di petrolio del campo 1 del blocco Ayacucho, nella Faglia petrolifera dell'Orinoco. La sua quotazione è agganciata a quella del prezzo del petrolio. A inizio ottobre la divisa virtuale è divenuta ufficialmente "unità di cambio" e moneta valida per le "transazioni nazionali e internazionali".

Dal 5 novembre la criptomoneta potrà inoltre essere acquistata con la divisa nazionale, il Bolivar sovrano. L'idea è quella di poggiare l'economia nazionale sull'enorme ricchezza petrolifera di cui dispone il paese, nel tentativo da una parte di "rompere l'accerchiamento finanziario che si è cercato di imporre al popolo venezuelano" tramite le sanzioni economiche, e dall'altra di contenere la perdita di valore delle divise tradizionali.     

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала