Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Deputato della Rada: come Volker ha minacciato di togliere le sanzioni anti-russe

© SputnikEdificio del Parlamento ucraino
Edificio del Parlamento ucraino - Sputnik Italia
Seguici su
Il Parlamento ucraino ha votato per il rinnovo della legge sullo status speciale del Donbass, perché l'inviato speciale USA in Ucraina Kurt Volker ha minacciato di rimuovere le sanzioni alla Russia. Lo riferisce al canale 112 Ucraina il deputato Alexander Vilkul.

Secondo lui, durante un incontro "non pubblico" con i rappresentanti dei gruppi parlamentari, l'inviato ha detto che la metà dei paesi europei, per le perdite economiche, vuole annullare le misure restrittive nei confronti della Russia.

"Se ora, cari parlamentari ucraini, anche i più nazionalisti tra voi, non votate per questa legge, la metà dei paesi europei semplicemente rimuoverà le sanzioni, e, di conseguenza, si sbriciolerà questa costruzione che c'è oggi" ha detto Vilkul, citando il diplomatico.

Egli ha osservato che alcune fazioni non hanno votato né contro né pro, per non far rimuovere le sanzioni.

La legge sullo status speciale del Donbass

La legge per lo status speciale risale a ottobre 2014, è in conformità con gli obblighi di Kiev per gli accordi di Minsk. Secondo il documento, le aree, non sotto controllo di Kiev, dovevano ottenere lo status speciale dopo lo svolgimento delle elezioni locali, da svolgere secondo le leggi dell'Ucraina e sotto il controllo di osservatori internazionali. Tuttavia, le elezioni non si sono svolte, e lo status speciale per le autoproclamate repubbliche popolari di Donetzk e Lugansk è rimasto sulla carta. La legge dice anche che lo status speciale entrerà in vigore dopo l'esecuzione di una serie di condizioni, in particolare della fuoriuscita di "formazioni illegali" da questi territori. La scorsa settimana, il Consiglio ha esteso l'azione della legge fino alla fine del 2019. In seguito è stato firmato dal presidente Poroshenko.

Il Ministero degli Esteri russo, commentando la decisione del parlamento ucraino, ha detto che la mossa era necessaria per Kiev per mantenere la pressione sanzionatoria su Mosca e creare le condizioni per operazioni di mantenimento della pace delle Nazioni Unite in Donbass.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала