Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Armi chimiche nelle mani dei talebani: verità o finzione?

© AFP 2021 / Noorullah ShirzadaTalebani
Talebani - Sputnik Italia
Seguici su
Su tutti i siti afghani si dice che i "talebani" hanno avuto accesso alle armi chimiche, che presumibilmente ha fornito la Russia o l'Iran.

È stato riferito che la base militare nella provincia di Baghlan è stata attaccata più volte. Secondo i testimoni, inizialmente, i militanti, con una mappa del terreno, basi militari e strutture di confine, hanno rilasciato i missili con sostanze chimiche, e i soldati hanno perso i sensi. Poi hanno fatto irruzione nelle basi militari e hanno sparato ai soldati incoscienti. Alcuni esperti hanno accusato l'Iran e la Russia, mentre da parte delle autorità ufficiali dell'Afghanistan mancano prove affidabili.

Il portavoce delle autorità Seyed Qafour Jaweed in un'intervista a Sputnik ha smentito i dati del messaggio: "non è successo niente di simile. Non esiste una tale arma".

Delawar Aimak, deputato del Parlamento Afgano della Provincia di Baghlan, in un'intervista a Sputnik, ha confermato l'attacco missilistico talebano con sostanze chimiche. Secondo lui, gli organi di sicurezza dell'Afghanistan non possono spiegare da dove i talebani abbiano preso armi chimiche.

"Gli attacchi dei talebani con l'uso di razzi chimici è iniziato nel mese di agosto fino ad oggi. I primi attacchi si sono verificati a Baglan, contro diverse basi militari e stazioni di polizia, passate nelle mani dei talebani. Naturalmente, l'accesso dei militanti a tali armi pericolose è preoccupante per il governo e il popolo. Secondo le mie informazioni, le forze di sicurezza dell'Afghanistan non hanno ancora informazioni generali su dove i talebani abbiano preso i razzi chimici. Penso che prima di incolpare qualsiasi paese o organizzazione straniera, è necessario condurre un'indagine seria".

Allo stesso tempo, Nader Mаngal, esperto afgano di questioni politiche e attivista, è sicuro che alcuni esperti e politici in Afghanistan hanno l'abitudine di accusare la Russia per i fallimenti del governo afgano.  "Ora è diventata una moda criticare la Russia. Non solo gli esperti politici, ma anche i funzionari accusano la Russia di aiutare i talebani. Tuttavia, nessun esperto o politico ritiene opportuno confermare le sue accuse con documenti o testimonianze. Senza prove sufficienti e una completa indagine la colpa ricade sulla Russia".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала