Bulgakov torna a teatro a Milano (VIDEO)

© Sputnik . Ruslan Krivobok / Vai alla galleria fotograficaMonumento di Korovyev e del gatto Behemoth, personaggi del romanzo "Maestro e Margherita" di Bulgakov
Monumento di Korovyev e del gatto Behemoth, personaggi del romanzo Maestro e Margherita di Bulgakov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Grazie alla compagnia ‘Teatro de Gli Incamminati’ e allo ‘Spazio Banterle’, Bulgakov e il suo immortale ‘Maestro e Margherita’ tornano ancora una volta in Italia.

Aspettando ‘Il Maestro e Margherita' — La lunga notte bianca di Bulgakov — è il titolo del nuovo evento teatrale che si terrà allo 'Spazio Banterle' e messo in scena dalla compagnia 'Teatro de Gli Incamminati' di Milano dal prossimo 6 ottobre e dedicato all'opera dell'autore russo conosciuto e amato in Italia non meno che in patria. Dopo il grande successo del lavoro su Il Maestro e Margherita proposto durante la stagione 2017-2018, che vedeva in scena tre studi (Voland — Pilato — Gli amanti) ad opera di Paolo Bignamini (regia) e Fabrizio Sinisi (drammaturgia), lo Spazio Banterle decide di aprire la nuova stagione con una notte dedicata al grande capolavoro russo. Un'autentica notte bianca che, a partire dalle 19.00, attraverserà l'opera di Michail Bulgakov: letture di passi del romanzo si alterneranno a riflessioni conviviali sui temi che infiammano la vicenda di Margherita e del suo Maestro, in attesa delle repliche dello spettacolo completo previste al Pacta Salone a gennaio 2019.

© Foto : Margherita CastriotaFederica D'Angelo
Federica D'Angelo - Sputnik Italia
1/5
Federica D'Angelo
© Foto : Laura FerrariMario Cei
Mario Cei - Sputnik Italia
2/5
Mario Cei
© Foto : Luca RivielloLuciano Mastellari
Luciano Mastellari - Sputnik Italia
3/5
Luciano Mastellari
© Foto : Marcello NorberthMatteo Bonanni
Matteo Bonanni - Sputnik Italia
4/5
Matteo Bonanni
Luca Doninelli
Luca Doninelli - Sputnik Italia
5/5
Luca Doninelli
1/5
Federica D'Angelo
2/5
Mario Cei
3/5
Luciano Mastellari
4/5
Matteo Bonanni
5/5
Luca Doninelli
Al pubblico si offrirà la possibilità di raffrontare la Mosca degli anni Trenta con la Milano contemporanea, ravvisandovi il medesimo sostrato diabolico, nonché la possibilità di addentrarsi nelle vicissitudini di un giovane sognatore alla ricerca dell'ispirazione per il suo romanzo sulla figura di Ponzio Pilato, l'individuo più solo della Storia dell'uomo. E nella vicenda di Pilato ciascuno potrà riconoscere una parabola profondamente umana, quella di chi porta con sé il fardello della grande occasione mancata, e non riesce più a sfuggire a se stesso.

Una lunga serata di letture, dunque, impreziosita da riflessioni e buon vino(o vodka, come suggerisce Valerio Bongiorno nel video), in compagnia delle potenti forze che interrogano i personaggi di Bulgakov: libertà e destino, amore e sofferenza, Bene e Male.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала