Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'OPCW conferma i risultati britannici sulla sostanza utilizzata a Salisbury e Amesbury

© AP Photo / Ben Birchall/PASalisbury, Gran Bretagna
Salisbury, Gran Bretagna - Sputnik Italia
Seguici su
L'indagine indipendente dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) ha confermato i risultati della Gran Bretagna: la sostanza utilizzata ad Amesbury è la stessa usata contro Julia e Sergei Skripal a Salisbury. Lo riferisce il ministero degli Esteri britannico.

"Un rapporto indipendente redatto dall'OPCW ha confermato oggi le scoperte del Regno Unito nella definizione della sostanza chimica a causa della Don Sturgess è morto ad Amesbury l'8 luglio. Si tratta di novichok, lo stesso agente nervino utilizzato nel tentato omicidio di Sergei e Julia Skripal all'inizio di quest'anno", si legge nel comunicato.

Lo scorso 4 marzo a Salisbury, Regno Unito, sono stati avvelenati l'ex spia russa Sergey Skripal e sua figlia Julia. Londra ha accusato Mosca della responsabilità dell'accaduto. La Russia, dal canto suo, nega categoricamente il coinvolgimento nell'accaduto, definendo tali accuse "una provocazione infondata". Il ministero degli Esteri ha ripetutamente richiesto un'indagine congiunta che le autorità del Regno Unito hanno finora rifiutato.

La mattina del 4 luglio la polizia britannica ha riferito di un "grave incidente" ad Amesbury, nel Wiltshire, in cui due persone "sono state esposte a una sostanza sconosciuta" e sono state ricoverate in ospedale in condizioni critiche. Più tardi in Scotland Yard ha confermato che le due vittime, marito e moglie, sono state avvelenate con la stessa sostanza usata contro l'ex spia russa Sergey Skripal e sua figlia Julia. La donna è morta l'8 luglio all'ospedale di Salisbury.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала