Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Facebook blocca post su Zakharchenko del presidente del parlamento della Crimea

© Foto : Alessandro BertoldiZakharchenko, presidente dell'Autoproclamata repubblica di Donetsk
Zakharchenko, presidente dell'Autoproclamata repubblica di Donetsk - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente del parlamento della Crimea, Vladimir Konstantinov, ha detto che Facebook ha bloccato un suo post sulla morte del leader dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk, Alexander Zakharchenko, nel quale additava Kiev quale responsabile dell’attentato.

Konstantinov, nel suo post, affermava che con l'assassinio di Zakharchenko Kiev ha superato il limite, "dopo di che è impossibile ignorare la sua natura terroristica, criminale". Egli continuava affermando che l'Ucraina, che è diventata un'enorme base per il terrorismo, minaccia la sicurezza della Russia e dei suoi cittadini.

"Ho pubblicato il mio post su Facebook venerdì sera e il giorno successivo è stato bloccato. Oggi hanno cancellato il mio post senza il mio consenso. Ora abbiamo ripristinato il collegamento", ha detto Konstantinov ai giornalisti.

A suo parere, Facebook persegue una politica fatta di doppi standard, dal momento che non interviene contro i post dei politici ucraini minatori e violenti sulla Crimea.

"Nel mio post ho semplicemente affermato ciò di cui tutti sono già a conoscenza", ha aggiunto Konstantinov.

Aleksandr Zakharchenko durante una visita ad una scuola di Gorlovka - Sputnik Italia
La morte di Aleksandr Zakharchenko - un grande vuoto

Il leader dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko è rimasto ucciso in un attentato dinamitardo verificatosi ieri in un ristorante di Donetsk. Una fonte nelle strutture di potere della DNR ha confermato a Sputnik la morte di Zakharchenko, del suo agente di scorta e il ferimento del ministro delle entrate Alexander Timofeev. Secondo il ministero delle Emergenze, altre 11 persone sono rimaste ferite nell'attentato.

Le autorità della DNR hanno definito l'accaduto un attentato terroristico e hanno puntato il dito contro l'Ucraina. Il capo ad interim della repubblica Dmitry Trapeznikov ha fatto sapere che diverse persone sono state fermate, alcune delle quali avrebbero perfino confermato che si è trattato di un'azione ordinata da Kiev. L'intelligence ucraina ha respinto tutte le accuse di coinvolgimento nell'omicidio.

Il presidente russo Vladimir Putin ha definito "vile" l'assassinio di Zakharchenko, sottolineando che coloro che hanno scelto la via del terrore non vogliono cercare una soluzione pacifica al conflitto. Il ministero degli Esteri russo ha affermato che sicuramente dietro l'attentato c'è l'Ucraina. Mosca ha aperto un'inchiesta sull'accaduto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала