Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Europa spaventati dalle intercettazioni britanniche

CC0 / Pixabay / Londra
Londra - Sputnik Italia
Seguici su
Diplomatici europei coinvolti nei negoziati per la Brexit, temono di essere le vittime di intercettazioni da parte dei servizi segreti britannici. Questo scrive il Telegraph.

Come ha detto al giornale una fonte di alto livello, i sospetti sono apparsi dopo che Londra il 5 luglio nel giro di poche ore ha dimostrato di avere dati sensibili. La Commissione europea ha dato parere negativo ai piani britannici per un singolo mercato europeo di prodotti.

Secondo la pubblicazione, saputo questo, il Regno Unito dopo un paio di ore ha cominciato a fare lobby per vietare la pubblicazione di materiali. La fonte non ha spiegato perché ma lo stesso giorno si sono incontrate la premier del Regno Unito  Theresa May e la cancelliera Angela Merkel. Allo stesso tempo, i funzionari britannici sostengono che le accuse di intercettazioni sono troppo fragili. Secondo loro, a tali metodi per Londra ricorrere non è necessario, perché Bruxelles è piena di ottime fonti di informazioni, e in Europa ci sono sempre "amici che condivideranno ciò che sta accadendo".

Il 9 luglio a causa di divergenze per la Brexit si è allontanato dal governo Boris Johnson. Ha diretto l'ufficio degli esteri meno di due anni. Il ministro ha richiesto un più rigido schema di separazione del paese da parte dell'Unione Europea.

Il referendum per l'uscita del Regno Unito dall'unione Europea ha avuto luogo il 23 giugno del 2016. La maggior parte dei votanti ha preso la decisione di sostenere la Brexit. Inizialmente era previsto un periodo di transizione, dopo il paese avrebbe finalmente lasciato l'Unione Europea, entro il 2020. Successivamente, però, la May avrebbe richiesto di prorogare fino al 2022.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала