Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministero Difesa: Isis non più pericolo per il paese

© AP Photo / albaraka_news, FileCombattenti del Daesh
Combattenti del Daesh - Sputnik Italia
Seguici su
Dopo che nel nord dell'Afghanistan, nella provincia di Jawzjan più di 150 militanti ISIS si sono arresi alle forze di sicurezza, le autorità afghane ritengono che non è più una minaccia alla sicurezza del paese.

Esiste la minaccia dell'ISIS, nel nord dell'Afghanistan? In un'intervista a Sputnik ha parlato il portavoce ufficiale del Ministero della difesa afghano, il generale Mohammad Radmanesh. Il governo non ritiene l'ISIS una grave minaccia per il nord dell'Afghanistan dopo che il comandante delle forze dell'ISIS Moulawi Habiborrahman a Darzab si è arreso alle forze governative. I terroristi hanno consegnato alle forze di sicurezza le armi.

Il generale ha detto che l'ultima tana è stata trovata: "250 militanti sotto la guida di Mulavi Habiboorachman e del suo vice mufti Nematollah si sono arresi alle forze di sicurezza. Abbiamo consegnato loro alle autorità dell'Afghanistan" ha detto.

Rispondendo alla domanda se la capitolazione degli uomini armati nel nord del paese sia la fine dell'ISIS, nel nord del paese, ha spiegato: "nel nord del paese sono rimasti gruppi separati. Ma non possono effettuare alcun tipo di provocazione. In generale, queste persone non sono più minacce e sfide".

Secondo lui a Darzab c'era la più grande roccaforte dell'ISIS nel paese: "all'attacco ha partecipato l'aviazione dell'Afghanistan, le forze di terra e di artiglieria. I militanti non avevano altra scelta che arrendersi. La pressione delle forze di sicurezza in Afghanistan li ha costretti a capitolare. Ora l'unico padrone della situazione nel paese e soprattutto nel nord sono le truppe governative".

I militanti sono stati consegnati all'autorità giudiziaria competente, risponderanno dei crimini. Gli abitanti delle contee di Qush-tapa e Darzab, sono fuggiti lasciando i loro beni, richiedono alle autorità di giudicare i terroristi con tutto il rigore della legge per crimini di guerra, il comandante dei combattenti, arreso alle autorità, ha detto nel corso di una conferenza stampa, che il governo ha promesso loro la grazia per l'adesione al processo di pace.

Negli ultimi mesi l'ISIS si è trasformato in una grave minaccia per la sicurezza del nord del paese. Nonostante le truppe governative hanno sempre esercitato bombardamenti e operazioni contro i militanti in queste zone, sradicare questa minaccia non è stato possibile.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала