Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il governo polacco punta tutto sugli immigrati ucraini

Seguici su
I media locali hanno riferito che il governo polacco si sta occupando dello snellimento delle procedure di ottenimento della del permesso di soggiorno per i lavoratori stranieri. Sputnik ne ha parlato con Janusz Niedźwiecki, presidente dell'Associazione europea per la democrazia e i diritti umani.

Pensa che i polacchi saranno d'accordo con questi piani?

"Naturalmente i polacchi sono insoddisfatti, ma lo nasconderanno con belle parole. Già da tempo si prevedeva che tali emendamenti sarebbero stati adottati. L'economia polacca ha grande carenza di manodopera, e visto che l'intera Unione Europea sta gradualmente aprendo le sue porte agli ucraini, il governo di "Legge e Giustizia" cerca in qualche modo di ‘legare' questi migranti alla Polonia ed evitare che la lascino per andare in altri paesi dell'Unione Europea, ad esempio, per i salari più alti."

Quali sono gli aspetti negativi legati a questa decisione del governo?

"Per la gente comune l'afflusso di manodopera a basso costo significa anzitutto il ritardo nella crescita dei salari. Con l'attrazione di manodopera a basso costo i lavoratori polacchi dovranno accontentarsi degli stipendi che hanno e temere la concorrenza degli immigrati.

"Secondariamente, la migrazione di massa è spesso accompagnata da fenomeni indesiderati, come ad esempio la crescita del crimine. Vorrei sottolineare che il brusco calo del tasso della criminalità in Polonia era direttamente legato all'emigrazione di lavoratori polacchi all'estero. È facile supporre che, se attiriamo una grande quota di migranti provenienti da altri paesi, affronteremo nuovamente questo aspetto.

"Il terzo problema è che, nonostante le assicurazioni di affinità culturale, esiste comunque una barriera culturale e linguistica, anche quando si parla di Polonia e Ucraina. In una situazione in cui non ci sono programmi speciali che potrebbero sostenere questa assimilazione culturale e costruire un ponte di intesa tra polacchi e immigrati, ci si può aspettare che il numero di diversi incidenti aumenti a causa dell'odio razziale."

Cosa si potrebbe correggere in questa situazione?

"Nulla. Ma, d'altra parte, in una situazione in cui abbiamo esportato 2 milioni di lavoratori, e nessuno è attratto da questo luogo, l'economia polacca potrebbe affrontare una recessione. E a lungo termine, se questi lavoratori dell'Est non si stabiliranno da noi, avremo anche problemi demografici. Posso capire che tali iniziative sono necessarie al governo affinché questi lavoratori possano rimanere qui. È difficile però valutare quanto successo avranno."    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала