Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Rivoluzione di Maidan farlocca e Crimea russa”: rabbia di Kiev contro Salvini

© REUTERS / Alessandro BianchiMatteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro degli Interni italiano Matteo Salvini ha affermato che esistono "zone storicamente russe" con cultura russa, che appartengono legalmente alla Russia in un'intervista al Washington Post.

Il vice premier e ministro degli Interni dell'Italia Matteo Salvini ha detto che bisogna cancellare le sanzioni contro Mosca per la cosiddetta aggressione russa contro l'Ucraina in quanto fanno male all'export italiano. Lo ha affermato in un'intervista pubblicata dal Washington Post.

Alla domanda se la Russia avesse il diritto di riunirsi con la Crimea, Salvini ha risposto affermativamente.

"C'è stato un referendum e il 90% delle persone ha votato per il ritorno della Crimea nella Federazione Russa", ha detto.

Il corrispondente del giornale americano ha osservato che il "referendum" in Crimea si è svolto sotto il controllo delle truppe russe.

"Confrontatelo con la farlocca rivoluzione in Ucraina, che è stata una pseudo-rivolta finanziata da governi stranieri, come le rivoluzioni della Primavera Araba. Ci sono zone tradizionalmente russe per storia, cultura e tradizioni, che appartengono legittimamente alla Federazione Russa", ha detto Salvini.

Il ministro ha respinto le accuse secondo cui il suo partito, la Lega Nord, avrebbe preso soldi dal Cremlino tramite il partito al governo "Russia Unita".

"E' una notizia falsa. Abbiamo denunciato coloro che l'hanno affermato. Non è vero, non abbiamo mai preso nessun euro o rublo o dollaro".

Allo stesso tempo ha riconosciuto che il suo partito ha accordi con Russia Unita.

"Gli accordi riguardano la cooperazione tra i movimenti giovanili su temi culturali ed economici", ha riassunto Salvini.

Per le affermazioni di Salvini su Euromaidan e la Crimea russa, l'ambasciatore italiano è stato convocato dal ministero degli Esteri dell'Ucraina.

La vice ministra degli Esteri dell'Ucraina Lana Zerkal ha riconosciuto che l'Ucraina nutre preoccupazioni per la crescita di influenza e potere di Salvini e del suo partito nel governo e nel panorama politico italiano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала