Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Thailandia: minisottomarino di Musk non adatto a evacuare adolescenti bloccati in grotta

© AP Photo / Tham Luang Rescue Operation Center via AP)Thailand cave search
Thailand cave search - Sputnik Italia
Seguici su
Il minisottomarino creato da Elon Musk non ha alcun valore pratico per l'evacuazione degli adolescenti dallagrotta in Thailandia, ha riferito la versione online del quotidiano Khao Sot, riferendosi al capo del quartier generale delle operazioni di soccorso Narongsaka Osotthanakon.

"Questo prodotto è di alta complessità e alta tecnologia, ma non possiamo usarlo in questa missione", ha affermato.

Di notte Musk ha scritto su Twitter, che era appena tornato da un test mini-sottomarino nella terza camera della grotta, e che l'imbarcazione sarebbe rimasta in Thailandia per l'operazione in corso "se necessario." Lo ha chiamato Wild Boar in onore della squadra di calcio junior, i cui membri sono bloccati sottoterra.

Nonostante il fatto che il sottomarino non sarà utilizzato nell'attuale operazione, i soccorritori tailandesi hanno espresso gratitudine all'imprenditore americano per le soluzioni tecnologiche fornite e l'assistenza data agli ingegneri, ha detto il giornale.

Musk è stato anche ringraziato dal Primo Ministro della Thailandia, il Generale Prayut Chan-Och. I militari hanno esortato l'imprenditore a investire nel programma di sviluppo di una parte del Corridoio orientale della Thailandia.

Dodici adolescenti della squadra locale di calcio junior e il loro allenatore sono scomparsi il 23 giugno. Dopo quasi dieci giorni di ricerche, sono stati trovati vivi nella grotta di Tham-Luang. Si è scoperto che una volta entrati nella grotta di sette chilometri sono poi rimasti bloccati dentro a causa di un'improvvisa inondazione. In Thailandia è la stagione delle piogge.

Otto ragazzi sono stati portati in superficie, ma nella grotta ci sono ancora quattro ragazzi, l'allenatore e diversi specialisti, che sono con le vittime dopo la loro individuazione. Ora è in corso la terza fase di evacuazione.

L'operazione è piena di notevoli difficoltà, perché gli scolari che sono cresciuti in una regione montuosa non sanno nuotare. Durante l'evacuazione, i bambini devono superare aree parzialmente o completamente allagate fino a 200 metri di lunghezza.

Il processo per raggiungere la superficie richiede diverse ore.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала