Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ex diplomatico americano ha parlato delle conseguenze delle sanzioni anti-russe

© AFP 2021 / Lee Jin-ManANDaniel Fried
Daniel Fried - Sputnik Italia
Seguici su
La legge "sulla lotta agli avversari dell'America attraverso le sanzioni" (CAATSA), adottata nel mese di agosto dello scorso anno, potrebbe portare conseguenze non intenzionali, ha detto in un'intervista con Sputnik l’ex coordinatore capo della politica delle sanzioni del Dipartimento di Stato USA, esperto del Consiglio Atlantico, Daniel Fried.

"Credo che la legge CAATSA abbia effetti negativi e positivi contemporaneamente. È stata redatta in fretta, e si vede. Penso che il punto 232 è mal pensata. Io non sono un fan del Nord Stream 2, ma io non ci credo nell'uso delle sanzioni per attaccarlo" ha detto l'ex diplomatico.

Fried ritiene inoltre che "le disposizioni sulla difesa possono avere conseguenze non intenzionali". "Se sono aggressive, allora avremo problemi con tutti gli acquirenti di armi russe. Non mi piace, ma vi prego, il Vietnam? Cina? India? Perché vogliamo litigare con loro, infatti ci sono modi più efficaci se non siamo soddisfatti del comportamento della Russia" riporta l'agenzia.

Il presidente Donald Trump il 2 Agosto 2017 ha firmato la legge "sulla lotta avversari dell'America attraverso le sanzioni" (CAATSA) contro la Russia, l'Iran e la Corea del Nord. Nell'autunno del 2017 l'amministrazione ha fornito l'elenco delle persone e delle organizzazioni del settore intelligence della difesa e in Russia, per le operazioni "significative" in cui possono essere inflitte sanzioni. L'attuazione della legge è iniziata il 29 gennaio di quest'anno. Il Dipartimento di Stato ha dichiarato che la legge sarebbe un deterrente per le imprese e gli individui che vogliono fare accordi con aziende provenienti da Russia, e ha già portato a perdite di miliardi di dollari per l'industria della difesa russa.

Questa legge ha già causato gravi tensioni nelle relazioni tra gli Stati Uniti e il suo partner nella NATO Turchia. Prima dell'adozione della legge sulle sanzioni, la Russia e la Turchia hanno negoziato l'acquisto di sistemi antiaerei russi S-400. Ma ora la parte americana vede l'accordo "significativo", e ha minacciato sanzioni contro la Turchia e il rifiuto di inviare gli aerei F-35 in caso di realizzazione della transazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала