Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

CNBC: senatori statunitensi a Mosca per valutare personalmente la "minaccia russa"

© Sputnik . Igor Mikhalev / Vai alla galleria fotograficaUnited States Capitol
United States Capitol - Sputnik Italia
Seguici su
Una delegazione di senatori americani ha tenuto colloqui con il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e un certo numero di funzionari russi nella speranza di migliorare i rapporti tra Mosca e Washington, secondo quanto riferito da CNBC.

Una delegazione di parlamentari statunitensi ha incontrato il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov nella speranza di migliorare le tese relazioni tra Mosca e Washington, secondo quanto riferito dalla CNBC.

Un gruppo di repubblicani si recherà in Russia alla vigilia del summit del 16 luglio tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo americano Donald Trump.

Oltre alla delegazione dei legislatori americani, Lavrov ha anche tenuto colloqui con il Segretario di Stato Mike Pompeo, durante il quale le parti hanno discusso sia l'imminente riunione dei capi di stato che la situazione in Siria e Corea del Nord.

Secondo il senatore Richard Shelby, i negoziati a Mosca sono stati organizzati, mentre le parti si rendono conto che sono in "relazioni tese", che tuttavia possono essere migliorate.

"Abbiamo interessi comuni", ha detto Shelby. "Siamo rivali, ma non abbiamo bisogno di essere avversari".

Un altro senatore repubblicano, Steve Dines, ha detto alla CNBC che la ragione del viaggio è stata la questione della sicurezza nazionale. Secondo lui, "volevano valutare personalmente la minaccia dalla Russia" e anche "capire quali azioni devono essere intraprese per proteggere gli Stati Uniti".

I rappresentanti del Partito Democratico non hanno partecipato ai negoziati. "Non abbiamo nulla da fare lì", ha dichiarato il rappresentante democratico David Patrick Leahy David Karl.

Il viaggio dei repubblicani in Russia è avvenuto sullo sfondo delle recenti dichiarazioni di Trump che prevede di discutere una serie di questioni al vertice di Helsinki, compreso il ruolo della Russia negli eventi in Ucraina e Siria, nonché il tema delle "interferenze" nelle elezioni del 2016.

Secondo le informazioni disponibili, Shelby non ha rilasciato dichiarazioni pubbliche su quest'ultima questione. In una conversazione con un funzionario russo, ha espresso la speranza che l'incontro di Trump con Putin sarebbe stato un punto di svolta nelle relazioni tra i due paesi.

Il summit di Helsinki, ha detto, potrebbe segnare "l'inizio di un nuovo giorno". "Vedremo, vedremo", ha riassunto Shelby.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала