Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministero della Difesa presenta prove messa in scena attacchi con armi chimiche in Siria

© AFP 2021 / KHALIL MAZRAAWIEsercitazioni con utilizzo di "armi chimiche"
Esercitazioni con utilizzo di armi chimiche - Sputnik Italia
Seguici su
I provocatori hanno intenzionalmente introdotto del sarin nei test per accusare le forze governative siriane di aver attaccato Khan-Sheykhun un anno fa, ha detto Igor Kirillov, capo delle forze di protezione radioattiva, chimica e biologica delle forze armate russe.

Insieme ai composti organoclorurati, in alcuni campioni è stato trovato un prodotto di decomposizione del sarin. Ma nella relazione sull'uso di armi chimiche gli autori non associano l'uso di sarin, questo è attribuito al fatto che nel locale è stata effettuata la decontaminazione delle acque colpite dall'incidente.

La prove che era una provocazione sono le caratteristiche del cratere lasciato dopo l'esplosione.

"Il cratere si è formato come conseguenza dell'esplosione di un ordigno esplosivo di bassa potenza, e non da una bomba aeronautica. Vorrei che si ponga l'attenzione sul fatto alla fine delle indagini "il cratere è stato rapidamente cementato" ha detto il rappresentante dipartimento militare.

Kirillov ha detto che le riprese video in cui si vedono le persone senza protezioni speciali per le vie respiratorie e per la pelle, girate nelle prime ore dopo l'attacco con armi chimiche, genera sconcerto. "Ciò indica l'assenza di sarin nel cratere, in quanto la rottura di munizioni chimiche dentro e intorno al cratere avrebbe creato una concentrazione letale e le persone colpite sarebbero morte istantaneamente, così come coloro che forniscono assistenza alle vittime" ha concluso il Ministero della Difesa.

Hanno anche aggiunto che il recente attacco a Duma è una messa in scena simile e che la missione OPAC ignora le modalità di indagine che hanno portato alla manipolazione dei dati.

L'incidente con "l'uso di armi chimiche" nella provincia di Khan-Sheykhoun di Idlib si è verificato il 4 aprile scorso. A giugno, la missione di inchiesta dell'OPAC ha pubblicato un rapporto in cui si affermava che sul posto era stato usato sarin.

Successivamente, la missione dell'ONU-OPAC per indagare sull'uso di armi chimiche in Siria ha iniziato a identificare i perpetratori dell'attacco. In autunno, è stato annunciato che Damasco era responsabile dell'incidente.

La Siria ha ripetutamente dichiarato di non aver mai usato armi chimiche e cge tutte le scorte di sostanze chimiche sono state portate via dal paese sotto il controllo dell'OPAC.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала