Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Ucraina sta creando un gruppo UE per fermare il gasdotto Nord Stream 2

Seguici su
Poroshenko: Siamo in contatto con la Germania. Offriamo la possibilità di creare un consorzio internazionale per la gestione del sistema di trasmissione di gas naturale dello stato.

Le autorità ucraine stanno creando un gruppo di Stati membri dell'UE che cercheranno di fermare la costruzione del gasdotto del Nord Stream 2. Lo ha riferito il presidente ucraino Petro Poroshenko sul suo blog su Medium.

"Attualmente stiamo creando un gruppo all'interno dell'Unione Europea che mirerà a fermare Nord Stream 2. Ecco perché siamo impegnati in contatti attivi con la Germania e stiamo offrendo la possibilità di creare un consorzio internazionale per la gestione del sistema della trasmissione di gas naturale dello stato ucraino — ha spiegato —; ma abbandonare Nord Stream 2 sarebbe la condizione che dovrebbe essere soddisfatta per poter partecipare al consorzio".

A handout by Nord Stream 2 claims to show the first pipes for the Nord Stream 2 project at a plant of OMK, which is one of the three pipe suppliers selected by Nord Stream 2 AG, in Vyksa, Russia, in this undated photo provided to Reuters on March 23, 2017 - Sputnik Italia
“Arma della Russia già a Berlino”: da Kiev nuovo attacco contro gasdotto Nord Stream-2
Il presidente ucraino ha aggiunto che non rivelerà tutti gli strumenti che il gruppo userà per fermare il progetto, ma ha espresso la speranza che questo obiettivo venga raggiunto. Poroshenko ha definito Nord Stream 2 un progetto anti-Kiev puramente politico. L'iniziativa prevede la costruzione di due gasdotti che correranno dalla costa russa, attraverso il Mar Baltico e fino a un hub in Germania.

Il progetto è una joint venture tra il colosso russo dell'energia Gazprom, la francese Engie, l'austriaca OMV AG, la britannica-olandese Royal Dutch Shell e le tedesche Uniper e Wintershall. L'iniziativa è stata accolta favorevolmente da alcuni paesi europei, come la Germania e l'Austria, e criticato da altri, in prevalenza dagli Stati dell'Europa dell'Est. L'Ucraina, che attualmente trasporta il gas naturale russo in Europa attraverso il suo sistema di condotte, è contraria al Nord Stream 2, poiché la sua rotta supererebbe il paese. Gazprom ha ripetutamente affermato che era pronto a continuare il transito del gas attraverso l'Ucraina se Kiev avesse dimostrato la fattibilità economica del contratto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала