Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Frankfurter Allgemeine: Austria e Italia sfidano la politica migratoria della Merkel

© REUTERS / Leonhard FoegerMinistro degli Esteri dell'Austria Sebastian Kurz
Ministro degli Esteri dell'Austria Sebastian Kurz - Sputnik Italia
Seguici su
Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz intende creare un "asse di volontari" per combattere l'immigrazione clandestina e garantire un miglior controllo alle frontiere esterne con gli sforzi di Roma, Vienna e Berlino nella UE, scrive il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine.

Il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer ha promesso al Kurz di sostenerlo ed insieme al capo del governo austriaco ha lanciato una sfida aperta alla politica liberale di Angela Merkel sulla questione dei migranti e profughi.

Le divergenze tra Angela Merkel e il suo ministro degli interni Horst Seehofer sono state evidenti anche in passato, ma ora la spaccatura ha raggiunto la profondità della Fossa delle Marianne, scrive il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine.

Secondo l'autore dell'articolo, questa tesi ha trovato conferme dopo la conferenza stampa congiunta tra il ministro tedesco Seehofer e il cancelliere austriaco Sebastian Kurz: mentre i politici discutevano la politica migratoria quasi in contemporanea nell'ufficio del cancelliere tedesco si è svolta una riunione per l'integrazione dei rifugiati, che il ministro degli Interni ha deciso di disertare.

Già questo rifiuto di per sé potrebbe essere considerato un attacco alla Merkel, osserva il giornale.

Il cancelliere austriaco Kurtz ha sottolineato di essere molto soddisfatto della "cooperazione tra Roma, Vienna e Berlino" che intendono instaurare e che contribuirà a migliorare il controllo del fenomento migratorio. Il 1° luglio l'Austria assumerà la presidenza del Consiglio d'Europa e Kurz auspica in un rafforzamento dell'agenzia europea per il controllo dei confini per arginare l'immigrazione.

"All'inizio in Europa c'era un'enorme resistenza alla nostra posizione, ma ora il gruppo di chi ci sostiene è diventato maggioranza", ha affermato il cancelliere austriaco. Secondo Kurz, c'è "un ampio gruppo che vuole assicurarsi che come Europa decidiamo chi viene da noi, non gli scafisti".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала