Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

National Interest svela il "peggior incubo" della NATO

© Sputnik . Igor Zarembo / Vai alla galleria fotograficaTochka short-range tactical ballistic missile launched from test area in the Kaliningrad Region
Tochka short-range tactical ballistic missile launched from test area in the Kaliningrad Region - Sputnik Italia
Seguici su
Il peggior incubo della NATO è Kaliningrad “armata fino ai denti”, scrive il National Interest.

Come nota il giornale, i missili russi e la marina situati nella regione riducono significativamente la zona di operatività delle truppe americane ed europee. E la più grande minaccia arriva dai sistemi missilistici Iskander-M, che sono in grado di colpire con precisione le strutture navali in Polonia e nei paesi baltici. La rivista aggiunge che la NATO al momento non ha capacità sufficienti per affrontare le truppe russe.

Oltre ai missili terrestri, la Russia sarà in grado di utilizzare i missili da crociera X-55 e X-101, sui quali non si hanno dati certi sul numero schierato, tuttavia, sottolinea la pubblicazione, quest'arma è in grado di colpire qualsiasi bersaglio in Polonia.

Il blindato BTR-82A - Sputnik Italia
Mosca commenta articolo di rivista americana sul "peggiore incubo della NATO"

Inoltre, di base a Kaliningrad c'è un grande contingente della flotta russa, comprendente navi di artiglieria del progetto 21630 dotate di lanciatori verticali 3P-14 UKSK con otto missili Kalibr, testati in operazioni anti-terrorismo in Siria. Queste navi, così come i due sottomarini 877, aumenteranno il potenziale di attacco preventivo della Russia contro l'aggressore.

La rivista riporta anche che un certo numero di altre navi saranno coinvolte nelle difese di superficie, anti-sottomarino e anti-aeree. Si tratta del cacciatorpediniere 956, due navi da pattuglia di Neustrashimy, quattro corvette progetto 20380, quattro navi missilistiche progetto 1234  e sette imbarcazioni lanciamissili progetto 1241.

In conclusione, la pubblicazione scrive che i paesi vicini a Kaliningrad non hanno la possibilità di opporsi alle truppe russe di stanza nella regione, e in caso di guerra l'equilibrio nel Mar Baltico sarebbe chiaramente a favore di Mosca.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала