La NATO rileva la rinascita dell'esercito russo

© Sputnik . Valeriy MelnikovIl carro armato T-90 è il più avanzato dell'esercito russo, in servizio dal 1995.
Il carro armato T-90 è il più avanzato dell'esercito russo, in servizio dal 1995. - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'esperto del dipartimento analitico della NATO ha constatato in un rapporto ufficiale dell'Alleanza Atlantica il "significativo livello" di ripresa delle forze armate russe nel contesto di perdita di abilità di pianificazione e conduzione di esercitazioni militari su larga scala degli eserciti di alcuni Paesi membri negli ultimi anni.

"Dal 2009 è sempre più evidente che le forze russe si stanno riprendendo rapidamente dopo quasi due decenni di declino e crisi nel periodo a margine della fine della guerra fredda. Nell'ultimo decennio la rinascita dell'esercito russo è considerevole," — afferma in un rapporto del collegio di difesa della NATO l'analista Diego Ruiz Palmer.

Allo stesso tempo l'analista, che negli anni della "guerra fredda" stimava le capacità militari sovietiche, ha osservato che la Russia è al momento "l'unico Paese in Europa" in grado di effettuare esercitazioni senza preavviso e di mobilitare per manovre di addestramento oltre 60mila uomini delle sue forze armate.

Secondo l'analista, dopo la fine della guerra fredda i Paesi della NATO si sono riconfigurati per le operazioni di risposta alle crisi e "la maggior parte degli alleati ha rinunciato al potenziale di pianificazione a livello nazionale per elaborare e condurre esercitazioni su larga scala a livello tattico".

L'esperto ha inoltre notato che l'esperienza delle operazioni in Siria "ha creato una nuova base per le capacità operative e le capacità logistiche dell'esercito russo".

Con l'arrivo di Sergey Shoigu alla guida del ministero della Difesa nel novembre 2012, il dicastero militare russo ha ripreso la prassi dei controlli a sorpresa dell'esercito russo, per valutare il livello di prontezza al combattimento delle forze armate ed individuare i modi per risolvere i problemi esistenti.

All'inizio del 2016 il presidente russo Vladimir Putin ha detto che la prassi di condurre ispezioni a sorpresa delle forze armate russe dovrebbe continuare, dal momento che funziona bene e consente di aumentare costantemente la prontezza al combattimento dell'esercito e della marina ed il coordinamento delle azioni delle varie unità.

Negli ultimi anni la Russia ha denunciato l'attività senza precedenti della NATO presso i suoi confini occidentali. La NATO giustifica le sue iniziative con il "contenimento dell'aggressione russa".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала