Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Diplomatici russi a Tbilisi costretti a togliere nastro di San Giorgio

© Sputnik . Vladimir TrefilovNastro di San Giorgio
Nastro di San Giorgio - Sputnik Italia
Seguici su
Il personale della Sezione degli interessi della Russia in Georgia è stato in grado di raggiungere le celebrazioni del Giorno della Vittoria, solo dopo aver tolto dal petto i nastri di San Giorgio, ha riferito l'emittente Rustavi 2.

Nelle immagini si vede come la gente prima di entrare nel parco Vake (parco della Vittoria), rimuove il nastro mentre litiga con una pattuglia di polizia.

La polizia, inoltre, non permette ai rappresentanti del partito di opposizione dell'"Unico movimento nazionale" e del movimento "Forza nell'unità" di entrare nel parco, si oppongono all'uso di simbologia comunista.

Alcuni presenti nel parco chiedono alle forze dell'ordine di "punire" i partecipanti al Reggimento Immortale.

In Georgia dal 2011 è attiva "la Carta della libertà", che vieta di utilizzare simbologia comunista durante eventi pubblici. La legge non si applica alle persone fisiche, ma proibisce l'uso di simboli sovietici su proprietà, proprietà dello stato, autorità locali, nelle piazze e nelle strade, aree pubbliche.

L'idea dell'azione "nastro di San Giorgio" è nata nel 2005 tra le pareti dell'agenzia Ria Novosti (2013 — Mia Rossiya Segodnya), con la partecipazione dell'organizzazione pubblica "la comunità studentesca". Da allora, l'azione è diventata non solo nazionale, ma anche internazionale. Dal 2016 avviene con migliaia di "Volontari della Vittoria" in tutta la Russia con il coordinamento di Rospatriot e Mia Rossiya Segodnya.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала