A Washington sicuri, Russia restituirà Crimea come con l'indipendenza ai Paesi Baltici

© Sputnik . Andrey Iglov / Vai alla galleria fotograficaA rolled-up political map of Europe. Such maps showing Crimea as part of the Russian Federation are now on sale in Simferopol
A rolled-up political map of Europe. Such maps showing Crimea as part of the Russian Federation are now on sale in Simferopol - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La Russia può restituire la Crimea come ha concesso l'indipendenza ai Paesi Baltici – Estonia, Lettonia e Lituania – nonostante fossero repubbliche sovietiche per molti anni: così la pensa l'inviato speciale degli Stati Uniti sull'Ucraina Kurt Volker, segnalano i media ucraini.

Secondo il diplomatico americano, i russi diranno le stesse cose sulle prospettive per il ritorno della penisola in Ucraina, così come l'Occidente. "Ma vedremo cosa accadrà in futuro: i Paesi Baltici sono stati occupati dall'Unione Sovietica per decenni, alla fine tutto è cambiato", ha detto Volker.

L'inviato speciale ha riconosciuto che il problema della Crimea è piuttosto complesso. Tuttavia ha osservato di guardare "con grande entusiasmo" ai suoi predecessori che hanno perseguito la politica di non riconoscimento dell'annessione degli Stati Baltici.

L’inviato speciale USA per l'Ucraina, Kurt Volker - Sputnik Italia
Volker avverte l'Italia: ci saranno conseguenze se revocate le sanzioni contro la Russia
Volker ha aggiunto che la pressione delle sanzioni contro la Russia continuerà fino a quando non restituirà la Crimea all'Ucraina. Secondo il diplomatico, il pacchetto di sanzioni sulla Crimea contro Mosca lancia un messaggio chiaro:

"L'invasione di un altro Paese e la conquista del suo territorio, l'annessione delle sue proprietà sono semplicemente inaccettabili, non siamo disposti a tollerare."

La Crimea è entrata nella Federazione Russa nel marzo 2014 a seguito dei risultati del referendum indetto dopo il colpo di stato in Ucraina di euromaidan. Più del 95% degli abitanti della penisola ha votato per la riunificazione.

L'Estonia, la Lettonia e la Lituania sono diventate repubbliche sovietiche nel 1940 dopo il cambio di governo e la presa del potere delle forze filo-sovietiche. Alcuni Paesi occidentali per decenni si sono rifiutati di riconoscere come legittima l'adesione all'URSS. Dopo lo scioglimento dell'Unione Sovietica, le autorità dei tre Paesi Baltici indipendenti hanno caratterizzato il periodo sovietico come "occupazione". 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала