Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Asia Times spiega perché l'Europa non è felice della Nuova Via della Seta di Pechino

© AP Photo / Ng Han GuanBandiera della Cina
Bandiera della Cina - Sputnik Italia
Seguici su
I Paesi con le economie più forti temono che la Cina da imitatore possa trasformarsi in un vero concorrente, scrive il giornalista Pepe Escobar su Asia Times.

Gli ambasciatori di quasi tutti i Paesi UE a Pechino hanno preparato un "rapporto interno", in cui criticano il progetto cinese della Nuova Via della Seta per il perseguimento di obiettivi di politica interna. Tuttavia escludendo come la pensano a Bruxelles e a livello di comunità europea, ogni singolo Paese della UE avrebbe il proprio vantaggio dall'iniziativa cinese.

"In fin dei conti l'antica Via della Seta non è mai stata esclusivamente cinese. Queste rotte non possono appartenere ad una nuova egemonia, pronte a trasformare in vassalli i Paesi attraverso cui si snodano queste rotte", — ha detto Macron.

Secondo l'autore dell'articolo, la maggior parte dei Paesi europei non sembrerebbero opporsi alla partecipazione nel progetto cinese e non sono spaventati da quanto descritto in questo rapporto. L'essenza delle paure della UE si trova dove la Nuova Via della Seta interagisce con un altro programma cinese: "Made in China: 2025".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала