Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A Mosca aprirà il primo bordello con robot-prostitute

© SputnikIl complesso di Moscow City illuminato
Il complesso di Moscow City illuminato - Sputnik Italia
Seguici su
Sarà la prima casa chiusa legale in Russia e si potranno “noleggiare” le prostitute robotiche su base oraria. Lo riferiscono i media russi.

Il Dolls Hotel aprirà nella Moscow City, il quartiere affaristico della capitale russa, alla fine di aprile. L'imprenditore russo Dmitry Aleksandrov, proprietario del bordello, ha affermato che a spingerlo ad aprire un locale del genere sono stati i sondaggi che dimostrano che oltre un terzo dei russi è insoddisfatto sessualmente. Inoltre, secondo Aleksandrov, un bordello legale con prostitute-robot potrebbe essere una valida alternativa ai bordelli illegali in cui le donne vengono sfruttate.

"La creazione di un centro di svago per adulti in Russia non è solo un modo legale e sicuro per diversificare la vita sessuale, ma anche un passo verso l'eliminazione di uno dei più antichi problemi della civiltà: lo sfruttamento forzato delle donne. Ed è anche un prezioso aiuto per le persone con disabilità mentali", ha spiegato Alexandrov.

Il nuovo, futuristico bordello avrà camere come un normale hotel (a parte due: una con un enorme specchio e un altro con il letto chiuso in una gabbia). Il prezzo per una stanza va dai 20 ai 35 euro circa all'ora. Più circa 65 euro per la prostituta-robot.

Il Dolls Hotel fa parte della catena spagnola Lumi Dolls, fondata da Sergio Prieto. Prieto ha fondato il suo business sulla convinzione che entro il 2033 un decimo dei rapporti sessuali nel mondo avverrà tra uomini e robot.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала