Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministero sviluppo economico: risponderemo a sanzioni USA senza violare regole OMC

© Sputnik . Dmitri Astakhov / Vai alla galleria fotograficaDmitry Medvedev
Dmitry Medvedev - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia risponderà alle nuove sanzioni degli Stati Uniti senza violare le regole dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), ha detto in un'intervista con Sputnik il vice ministro per lo Sviluppo Economico Alexey Gruzdev.

"Se parliamo di nuove sanzioni individuali (personali) degli Stati Uniti, si tratta di un elemento di una concorrenza non di mercato, quindi aggravata dalla posizione del ruolo ricoperto dal soggetto sul mercato… Crediamo che queste sanzioni siano ingiustificate e che violino i principi di concorrenza leale" ha detto il vice ministro.

Egli ha ricordato che una tale decisione colpirebbe la capitalizzazione delle imprese, dunque il primo effetto delle sanzioni sarebbe il danno economico per una società particolare, senza la conferma reale se il danno è stato causato dalle attività USA o meno.

Il primo ministro Dmitry Medvedev ha già incaricato il governo di elaborare misure di rappresaglia.

"Rispettiamo le norme e le regole dell'OMC, tali meccanismi ci sono, sono convinto che eseguendo gli ordini del Primo Ministro si terrà conto il più possibile di questo fattore, così come della tutela degli interessi nazionali come priorità" ha detto Gruzdev.

Ha anche definito "illegittima" la decisione degli Stati Uniti di aumentare i dazi sull'acciaio e sull'alluminio. La Russia ha già espresso il suo disaccordo sul sito dell'OMC e sta considerando tutte le possibili opzioni di risposta, ha aggiunto il vice ministro.

La settimana scorsa, gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni contro la Russia. L'elenco comprende un certo numero di uomini d'affari e aziende di primo piano come Oleg Deripaska, che controlla En+ Group, il gruppo di GAZ, Basic Element e Rusal; Viktor Vekselberg e il gruppo Renova; Suleiman Kerimov, Cyril Shamalov, il capo di Gazprom Alexey Miller, il capo di VTB Andrey Kostin. Le sanzioni colpiscono anche gli attivi delle società elencate in cui hanno una quota superiore al 50%.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала