Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

14 paesi membri dell'OPAC a favore di soluzione legale all'incidente di Salisbury

© East News / Peter DejongOPCW
OPCW - Sputnik Italia
Seguici su
L’esortazione per risolvere al questione dell’incidente a Salisbury nel quadro della Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche è stata sostenuta da 14 paesi membri dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC), riporta la rappresentanza permaenente Russa Presso l'Organizzazione.

"Quattordici stati membri hanno appoggiato una dichiarazione congiunta all'OPAC in connessione con l'incidente a Salisbury: riteniamo sia necessario fornire una soluzione a questo problema nel quadro del diritto internazionale e con l'uso di tutti i poteri della Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche" ha pubblicato  la missione diplomatica su Twitter.

Mercoledì all'Aia si terrà una sessione straordinaria del comitato esecutivo dell'OPAC, dedicata all'avvelenamento in Gran Bretagna dell'ex colonnello dei servizi segreti sovietici Sergey Skripal e di sua figlia. La Russia è stata invitata a partecipare alla sessione. Come ha affermato il rappresentante permanente della Russia presso l'organizzazione Alexander Shulgin, Mosca presenterà una "proposta chiara", progettata per aiutare a indagare sull'incidente. L'incontro si terrà a porte chiuse.

Nella città britannica di Salisbury, il 4 marzo, la spia britannica Sergei Skripal e sua figlia Julia sono stati avvelenati. La parte britannica afferma che lo stato russo è coinvolto nell'avvelenamento con la sostanza A234, ma Mosca lo nega categoricamente.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала