Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iraq: i bambini di Daesh hanno bisogno di scuole speciali

Seguici su
Il capo del Consiglio “Salvataggio di Anbar” (provincia irachena al confine con la Siria) Hamid al-Hais, ha detto a Sputnik che ora nei campi profughi c'è un numero crescente di conflitti tra i rifugiati e le famiglie dei militanti del Dash. I figli di terroristi ripetono il comportamento dei loro genitori.

"Ad esempio, nella provincia occidentale di Anbar, vicino alla città di Ramadi, c'è un grande campo profughi, diviso in due parti: una per i civili, la seconda per le mogli e i bambini dei guerriglieri Daesh. I bambini di quest'ultimo, in caso di conflitto con altri bambini, lanciano pietre e li chiamano rinnegati e infedeli. I bambini rispondono, chiamando quei terroristi e figli di Daesh. Quindi gli adulti entrano nel litigio. Succede ogni giorno".

"Finora né l'amministrazione locale, né il Ministero della migrazione, né il governo federale hanno trovato una soluzione aquesto problema" ha detto Hamid Al-Hayes.

Secondo lui, è necessario aprire scuole speciali per la socializzazione e l'adattamento dei bambini dei terroristi. Devono aiutarli ad entrare nella società, e ad allontanarsi dai pensieri e dai comportamenti che gli estremisti gli hanno impiantato. Hamid Al-Hayes ha osservato che la società irachena viene incontro, la gente non insulta o apostrofa le famiglie di terroristi, se queste si comportano secondo le norme accettate nella società.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала