Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media britannici vedono nella “nuova” bomba aerea russa un segnale di aggressione

© Foto : Vitaly V. KuzminБомбы PBK-500U и ODAB-500 PMV на Международном авиационно-космическом салоне МАКС-2015 в Жуковском
Бомбы PBK-500U и ODAB-500 PMV на Международном авиационно-космическом салоне МАКС-2015 в Жуковском - Sputnik Italia
Seguici su
La nuova bomba aerea Drel, che quest'anno entrerà ufficialmente nell'arsenale delle forze armate russe, è "un altro segnale di aggressione del Cremlino", scrive il tabloid britannico Daily Express.

La pubblicazione ritiene che le munizioni destinate al caccia di quinta generazione Su-57 aumentino i timori sull'eventuale inizio della Terza Guerra Mondiale.

L'articolo fa riferimento alle parole dei rappresentanti della società che ha curato il progetto di questa bomba, secondo cui con questa munizione è possibile colpire obiettivi ad una distanza di 30 chilometri, evitando così di entrare nello spazio aereo del nemico.

Una di queste bombe, riporta il tabloid, è dotata di 15 submunizioni auto-mirate sufficienti per distruggere una colonna di carri armati o una batteria missilistica. Allo stesso tempo Drel è invisibile ai radar.

Il Daily Express sostiene che la Russia abbia presentato la nuova bomba poco dopo che l'ex agente dell'intelligence militare Sergei Skripal è stato avvelenato a Salisbury. Questo, secondo l'autore, è "un altro segnale dell'aggressione del Cremlino".

In realtà la società Techmash aveva presentato il progetto nel 2015 al salone internazionale aeronautico. La bomba è stata presentata con la denominazione "Drel" al forum "Army-2016", dove era stato specificato che la nuova munizione aerea sarebbe entrata negli arsenale nel 2018.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала