Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iraq, i figli dei militanti stranieri dell’ISIS attendono il rimpatrio

Seguici su
Attualmente in Iraq si trovano 1127 bambini stranieri, la metà dei quali ha meno di tre anni. Lo ha dichiarato a Sputnik Ali al Bayati, membro dell'Alta commissione irachena per i diritti umani.

"Si tratta Sono cittadini di Turchia, Azerbaigian, Russia, Tagikistan, Kirghizistan, Uzbekistan, Marocco, Ucraina, Iran, Algeria, Germania, Francia e America Latina", ha detto Bayati.

Egli ha spiegato che questi bambini si trovano nei campi profughi insieme alle altre vittime dell'ISIS.

"È necessario estirpare i falsi ideali e l'attitudine alla violenza, inculcati nella mente di questi bambini", ha spiegato al Bayati aggiungendo che l'UNICEF si sta interessando alla questione.

Basra, Iraq del Sud, 2003 - Sputnik Italia
Iraq, a 15 anni dall’ “esportazione della democrazia”
Per quanto riguarda il rimpatrio di questi bambini, al-Bayati ha notato che l'Iraq, innanzitutto, chiede il test del DNA del bambino e dei parenti.

Egli ha aggiunto che i figli dei militanti dell'ISIS di età inferiore a 3 anni vivono in carcere con le loro madri; quelli da 3 a 9 anni nei campi profughi, mentre i bambini di età superiore ai 10 anni vengono interrogati da organismi speciali per capire se sono stati complici di atti terroristici. Se è provato che essi non sono stati coinvolti in reati, sono subito rimpatriati.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала