Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cina e Russia si sbarazzano di obbligazioni di stato USA

© Sputnik . Alexei Nikolsky / Vai alla galleria fotograficaministro delle Finanze della Russia Anton Siluanov
ministro delle Finanze della Russia Anton Siluanov - Sputnik Italia
Seguici su
Russia e Cina si stanno sbarazzando delle obbligazioni di stato USA. Il paese a gennaio ha venduto titoli per $5,3 miliardi, scendendo al 16esimo posto tra i maggiori possessori.

La Cina ha fatto lo stesso con la vendita di titoli nel mese di gennaio, pari a quasi $17 miliardi di dollari. E mentre la Cina è ancora il più grande detentore di debito degli Stati Uniti, le riserve totali in titoli del Tesoro sono scese al livello più basso dal luglio dello scorso anno.

Di conseguenza, la sua rottura con il Giappone, che è ora al secondo posto di questa lista, è scesa a $ 2,5 miliardi.

Il terzo posto è occupato dall'Irlanda con 327,5 miliardi di dollari.

In totale, i governi di tutto il mondo sono detentori di titoli del tesoro del Tesoro americano per $6,66 miliardi. Gli investitori internazionali si sono liberati dei titoli statunitensi. L'ammontare totale delle tesorerie nelle riserve per il periodo di riferimento è diminuito di $20 miliardi.

Tuttavia, questo non è sorprendente. All'inizio dell'anno, il mercato del debito degli Stati Uniti è stato caratterizzato da enormi vendite e gennaio è stato il mese peggiore dal 2009.

Gli investitori temevano un aumento dell'inflazione e di una risposta della Federal Reserve sotto forma di un rialzo dei tassi più aggressivo.

Aggiungiamo anche che in questi giorni il Ministro delle finanze Anton Siluanov ha detto che la Russia potrebbe rifiutarsi di acquistare obbligazioni statunitensi in riserve.

In onda su NTV, il Ministro ha annunciato la sua disponibilità a investire nei titoli di altri paesi e ha osservato che la Russia non "manterrà" i titoli del Tesoro USA. A detta sua, quel che conta è che i titoli detenuti nelle riserve dovrebbero essere liquidi e generare entrate.

Anton Siluanov ha detto che la Russia compra già obbligazioni di vari paesi del Vecchio Mondo, dichiarando allo stesso tempo che i titoli del Tesoro USA sono ancora i più affidabili.

Nel 2014, sullo sfondo delle sanzioni e del crollo del rublo, la Banca di Russia ha venduto obbligazioni statunitensi, per poi riprendere gli acquisti. All'inizio dell'anno, la Russia deteneva $102,2 miliardi del Tesoro USA, ovvero il 23% del volume totale delle riserve auree.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала