Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

NI: le conseguenze di un attacco nordcoreano nucleare a Tokyo

© AP Photo / U.S. Air ForceFungo nucleare provocato dalla bomba atomica sganciata su Nagasaki il 9 agosto 1945.
Fungo nucleare provocato dalla bomba atomica sganciata su Nagasaki il 9 agosto 1945. - Sputnik Italia
Seguici su
Gli esperti del National Interest hanno valutato le possibili conseguenze di un attacco nucleare della Corea del Nord a Tokyo. Nell'analisi gli esperti hanno usato il programma speciale Nukemap, sviluppato dall'Istituto di tecnologia Stevens.

Il giornale riporta un breve riferimento storico e osserva che la penisola coreana è stata occupata dalle truppe giapponesi nel periodo dal 1940 al 1945. Questi eventi hanno avuto un impatto negativo sulle relazioni tra i due paesi e ciò ha portato a un aumento dell'antagonismo tra il Giappone e la Corea del Nord, costituita nel 1948. Un altro problema nelle relazioni tra i due paesi è storicamente l'attuale asse Tokyo-Washington-Seul, che si oppone attivamente alla politica della Corea del Nord nella regione.

Nonostante questi fattori, il Giappone rimane solo un attore secondario per la Corea del Nord, rispetto al valido avversario USA. Il NI sottolinea che il Giappone interessa alla Corea del Nord, soprattutto per le basi americane nelle isole giapponesi. Gli esperti sono convinti che queste strutture militari USA possono giocare un ruolo chiave in caso di conflitto nella penisola coreana, pertanto, l'obiettivo primario della Corea del Nord saranno queste basi americane. In particolare, gli esperti sono sicuri che il sito americano "Yokota", che si trova a meno di 50 chilometri da Tokyo, verrebbe colpito. Secondo questo scenario, morirebbero circa 13 mila persone, più di 45 mila sarebbero i feriti. Tuttavia, come suggeriscono gli esperti, non verrà raggiunta la capitale giapponese.

Avverrà molto peggio se ci sarà un attacco nucleare alle strutture governative a Tokyo nel quartiere di Kasumigaseki, ciò toglierebbe la vita a più di 24 mila persone, circa 91 mila sarebbero i feriti. Tuttavia, il più devastante colpo avverrebbe contro il Ministero della difesa del Giappone a Tokyo. Secondo le stime di esperti, le vittime di un attacco di questo tipo sarebbero circa 57 mila e 128 mila i feriti. La conseguenza radioattiva dell'attacco, come sottolineano gli esperti, sarebbe più devastante e interesserebbe le aree densamente popolate di Tokyo.

Gli analisti hanno sottolineato una serie di fattori che possono influenzare il numero delle vittime e dei feriti di un attacco nucleare alla capitale giapponese. Da un lato, il sistema di trasporto a Tokyo può servire come temporaneo rifugio in caso di emergenza. D'altra parte, il terreno pianeggiante può portare alla cecità e altri problemi di vista per la luce dell'esplosione nucleare. Il giornale osserva che, a seguito di numerosi colpi nucleari alla capitale giapponese morirebbero decine di migliaia di persone, milioni di persone ne rimarrebbero vittime. Gli esperti sostengono che un tale scenario porterebbe ad un enorme distruzione, mai visto a Tokyo dai tempi della Seconda guerra mondiale.

Secondo gli esperti, valutare le possibili conseguenze  della potenza delle armi nucleari dimostra la necessità di una completa cessazione d'uso di questo tipo di armi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала