Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nanoparticelle magnetiche aiutano a fermare le emorragie

© Sputnik . Varvara Gertye / Vai alla galleria fotograficaMedicina
Medicina - Sputnik Italia
Seguici su
Ricercatori russi hanno inventato un metodo per accelerare la coagulazione del sangue dopo i traumi.

I ricercatori dell'università ITMO di San Pietroburgo hanno trovato un modo per contrastare efficacemente le emorragie interne, una delle cause più comuni di morte a seguito di traumi. I ricercatori hanno sviluppato delle nanoparticelle a controllo magnetico con il componente più importante del sistema di coagulazione del sangue per l'uomo e gli animali: la trombina. Il corrispondente farmaco a base di queste particelle può essere somministrato per via endovenosa e immesso direttamente sull'organo in cui si registra l'emorragia.

Questo preparato riesce ad accelerare localmente la formazione dei trombi e contenere la perdita di sangue. Allo stesso tempo le nanoparticelle non sono tossiche per le cellule umane e non provocano effetti collaterali.

Per salvare la vita di una persona dopo un trauma interno violento, occorre interrompere l'emorragia. I ricercatori cercano di trovare dei farmaci che possano essere somministrati ad un paziente con una normale iniezione. La principale difficoltà è che il farmaco dovrebbe indurre la coagulazione non in tutte le arterie, ma solo in quelle danneggiate.

Gli scienziati dell'università ITMO hanno proposto la soluzione di questo problema: nanoparticelle medicinali controllate da un magnete.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала