Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bloomberg: l'integrazione con l'UE non guasta i stretti rapporti fra Serbia e Russia

© AFP 2021 / EMMANUEL DUNANDPremier della Serbia Aleksandar Vucic.
Premier della Serbia Aleksandar Vucic. - Sputnik Italia
Seguici su
La Serbia manterrà stretti legami con la Russia, nonostante il suo desiderio di entrare nell'Unione Europea ma non appoggerà le sanzioni contro Mosca. Lo riferisce Bloomberg citando il presidente serbo Alexander Vucic.

"La Serbia non cambierà la sua politica nei confronti della Russia e non imporrà sanzioni contro di essa", ha detto Vucic dopo l'incontro con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

La Serbia in questo momento, nota Bloomberg, si sta sforzando di aderire all'UE da un lato, e di mantenere relazioni calde con la Russia, il più grande alleato della Serbia nella scena internazionale, dall'altro.

La Commissione europea ha annunciato che la Serbia entro il 2025 entrerà nell'Unione, ma ad una condizione: Belgrado deve uniformare la sua politica estera a quella degli altri paesi membri dell'UE. Ciò potrebbe includere l'obbligo di aderire alle sanzioni europee contro Mosca. Tuttavia, Vucic ha promesso che la Serbia non lo farà. Almeno finché lui sarà in carica.

Dal canto suo, Lavrov ha espresso la sua approvazione per la posizione della Serbia nei confronti della Russia, affermando che "i paesi della regione non dovrebbero essere costretti a fare una scelta sbagliata tra Occidente e Oriente, cioè la Russia".

In un articolo congiunto, il ministro degli Esteri serbo Ivica Dacic e Sergei Lavrov hanno affermato che Russia e Serbia continueranno a sostenere i legami politici, commerciali e militari, nonostante le sfide globali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала