Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Polonia: l'Europa ha bisogno di più carri armati per combattere Daesh e Russia

© AFP 2021 / BARTOSZ SIEDLIK La bandiera della Polonia
La bandiera della Polonia - Sputnik Italia
Seguici su
Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ritiene che l'Europa abbia bisogno di più carri armati.

"Abbiamo bisogno di più carri armati e di meno centri di analisi, ne abbiamo già abbastanza", ha detto Morawiecki alla 54° conferenza sulla sicurezza di Monaco, aggiungendo che le armi sono "importanti nella lotta contro Daesh o con un avversario più convenzionale come la Russia".

Parole sulla presunta minaccia dalla Russia vengono periodicamente pronunciate dei politici occidentali, più spesso dai paesi baltici e dalla Polonia. Allo stesso tempo, Mosca, ha ripetutamente sottolineato che la Russia non attaccherà mai nessuno dei paesi della NATO. Secondo il Ministro degli esteri Sergey Lavrov, la NATO è ben consapevole dell'assenza di piani di Mosca per attaccare chiunque, e al contrario semplicemente coglie l'occasione per dispiegare più armamenti e battaglioni vicino ai confini russi.

Secondo Morawiecki, la Russia "ha portato il tema della guerra dell'informazione all'ordine del giorno" nella politica europea e mondiale. "Quando parliamo di sicurezza in Europa, dobbiamo capire che la questione russa ha da tempo superato le competenze dell'UE, adesso tange l'intera Europa e la NATO", ha aggiunto, esortando tutti i paesi della NATO ad adempiere ai loro obblighi di destinare il 2% del PIL alle esigenze di difesa.

Polonia - Sputnik Italia
Lo scontro storico-diplomatico tra Polonia ed Israele
Come ha recentemente affermato Lavrov, gli Stati Uniti attraverso la NATO stanno cercando di consolidare il proprio dominio in Europa con il pretesto di una artificiosa minaccia russa. Secondo lui, sullo sfondo della russofobia nei rapporti tra la Russia e la NATO, le accuse che "ci stiamo quasi preparando ad attaccare gli Stati baltici, la Polonia e tutti gli altri", vi è lo spiegamento di armamenti pesanti e ulteriori grandi contingenti ai confini della NATO con la Russia.

Mosca ha ripetutamente affermato che non lascerà senza risposta l'attività della NATO ai suoi confini. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала