Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli scienziati scoprono quando gli uomini hanno iniziato a prendersi cura dei cani

© Sputnik . Maksim BlinovUn passante porta a spasso il suo cane nel parco del monastero di Novodevichy a Mosca
Un passante porta a spasso il suo cane nel parco del monastero di Novodevichy a Mosca - Sputnik Italia
Seguici su
Le tracce di un’infezione cronica sui resti di un cucciolo sepolto insieme agli uomini di Cro-Magnon indica che le persone hanno iniziato a prendersi cura dei loro amici a quattro zampe quasi subito dopo l'addomesticamento. Lo riporta il Journal of Archaeological Science.

"Se non si fossero presi cura del cucciolo, tenendolo al caldo e pulendolo, sarebbe morto a due o tre settimane della malattia. Inoltre un cane in queste condizioni sarebbe stato assolutamente inutile per il padrone. Tutto questo, e anche il fatto del seppellimento congiunto, indica che i rapporti fra le persone e i loro animali domestici esistevano già 14 mila anni fa", racconta Luc Janssens dell'Università di Leida (Paesi Bassi).

Si pensa che l'uomo abbia imparato ad addomesticare i cani nell'età di pietra, molto prima di addomesticare altri animali. Il motivo potrebbe essere il fatto che gli antenati dei cani erano onnivori e potevano nutrirsi con lo stesso cibo degli umani.

Resta non chiaro chi addomesticò chi. Gli antenati dei cani impararono a stare con l'uomo grazie alla loro capacità di digerire l'amido che si trova in alta quantità nei cibi cucinati e anche all'abilità di identificare le emozioni delle persone e reagire ad esse.

Janssens ha detto che molte discussioni si sono concentrate sul perché la gente teneva i cani. Alcuni ricercatori sostengono che furono apprezzati le loro capacità di caccia e guardia. Altri suppongono che i cani furono una specie di "sostituzione" dei bambini ed ebbero un ruolo significativo nella loro vita sociale.

Janssens e i suoi colleghi hanno trovato le prove della seconda teoria investigando le spoglie mortali di un cane antico trovato vicino la città tedesca di Bonn. Il cane era sepolto insieme con i suoi padroni. Gli scienziati olandesi hanno investigato dettagliatamente le spoglie e hanno fatto due scoperte. Ne è risultato che i cani erano due, di cui uno era un cucciolo di sei mesi morto di cimurro. L'animale contrasse la malattia a 3-4 mesi e visse altre 8 settimane. Questo fatto insolito indica che i padroni si presero cura del cucciolo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала