Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esperto: in caso di guerra in Russia non c’è bisogno di evacuare la popolazione

© Sputnik . Igor Ageyenko / Vai alla galleria fotograficaUomini dell'Emercom russo
Uomini dell'Emercom russo - Sputnik Italia
Seguici su
L’uso di risorse moderne, di armi ad alta precisione e le azioni di gruppi di sabotatori sono gli scenari più probabili del conflitto militare fra la Russia e altri paesi. Ne parla una relazione del ministero delle Emergenze russo.

Tale scenario è stato creato con uno scopo pratico, ovvero diminuire la responsabilità del ministero delle Emergenze in caso di conflitto militare. Il ministero ha escluso a priori l'evacuazione di massa della popolazione durante il periodo militare.

Nella guerra moderna gli obiettivi degli attacchi nemici saranno i ponti della direzione, i centri dell'informazione, gli oggetti importanti ecc. Difficilmente l'aggressore attaccherà le piazze delle città.

Secondo l'esperto militare Viktor Baranets, lo scenario proposto dal ministero è molto realistico. "Se questo scenario sottintende gli USA e la NATO come probabili aggressori… in questa guerra non ci sarà il fronte e quindi non ci saranno nemmeno le retrovie dove evacuare la popolazione", ha detto l'esperto.

Un esempio di guerra tecnologica moderna è l'operazione della NATO in Jugoslavia nel 1999. Però il piano dell'operazione escludeva l'uso delle truppe.

Baranets sostiene che nei piani dell'aggressione della NATO contro la Russia si conoscono già i bersagli più importanti.

"Sono precisamente dieci: il Cremlino, i centri di comando del ministero della Difesa, il palazzo del governo, alcune centrali nucleari e il ministero delle Emergenze", ha spiegato l'esperto.

In Russia però esiste il sistema "Perimetro" che renderà vani questi attacchi. Si tratta di un complesso di risposta automatica agli attacchi nucleari che entrerà in funzione nel caso in cui le linee i comunicazione saranno danneggiate e la dirigenza militare sarà impossibilitata a dare ordini.

"Quindi non si può non essere d'accordo con la decisione del ministero delle Emergenze di rinunciare all'evacuazione di massa. Semplicemente per il fatto che fino a quando funziona il sistema Perimetro la Russia è protetta da qualsiasi aggressione con l'uso di armi ad alta precisione", ha sottolineato Baranets.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала